robot-bipede-google-robotica-sforzi
Secondo quanto riferito da un rapporto del New York Times, Google potrebbe ripensare ai suoi sforzi con la robotica. La nuova operazione si chiama semplicemente Robotics su Google e sarà guidata dallo scienziato IA Vincent Vanhoucke. Secondo il Times, la compagnia si sta concentrando sull’utilizzo dell’apprendimento automatico per insegnare ai robot come afferrare gli oggetti e navigare negli ambienti.

Sebbene Google sia un pioniere nella ricerca di intelligenza artificiale, i suoi sforzi nella robotica non hanno prodotto finora alcun successo commerciale. L’ultima incursione significativa della compagnia nel settore è iniziata nel 2013 con un programma chiamato “Replicant” guidato dal co-fondatore di Android Andy Rubin. Una serie iniziale di attività ha portato all’acquisto di sei società di robotica emergenti, tra cui la Boston Dynamics e la vincitrice della sfida DARPA Schaft.

Google non ha specificato una roadmap a lungo termine

Queste aziende furono vendute o chiuse negli anni successivi e Rubin lasciò Google nel 2014 dopo le accuse di molestie sessuali. (Secondo quanto riferito, è stato pagato un pacchetto di uscita da $ 90 milioni dopo che la società ha indagato sulle denunce fatte contro di lui)

Leggi anche:  Google Maps: un nuovo aggiornamento e nuove funzioni per i consumatori

Da allora, i ricercatori di Google hanno continuato a produrre nuovi documenti sui problemi di controllo della robotica, ma nessuno ha presentato la stessa ambiziosa inquadratura.

La storia di Times di questa settimana non cambia esattamente. Non si fa menzione di nuovi prodotti significativi e Google non ha offerto una roadmap a lungo termine per la sua ricerca sulla robotica.

Invece, la società sembra semplicemente riversare più risorse nell’applicare l’apprendimento automatico. Esso viene usato con il tipo di problemi di robotica che sarebbero utili nelle fabbriche e nei magazzini. Questi includono la manipolazione di oggetti e la navigazione in spazi affollati. Questa settimana, ad esempio, la compagnia ha pubblicato una nuova ricerca che mostra come l’intelligenza artificiale può insegnare alle armi robot di lanciare oggetti.