Vodafone

Vodafone Italia ha deciso di rimodulare un’altra volta alcune delle sue offerte di rete fissa. Gli aumenti partiranno dal prossimo 7 luglio 2019. Tutti gli utenti coinvolti dalla modifica riceveranno prima una comunicazione da parte dell’operatore.

Gli utenti che non hanno intenzione di accettare la rimodulazione, possono recedere dal contratto di rete fissa o decidere di cambiare operatore, senza pagare alcuna penale. Scopriamo insieme a quanto ammonta l’aumento.

 

Vodafone rimodula alcune sue offerte di rete fissa

I clienti coinvolti dalla rimodulazione riceveranno un avviso nelle comunicazioni, all’interno della propria fattura. Il recesso anticipato è valido fino all’ultimo giorno di validità delle precedenti condizioni senza alcun costo aggiuntivo. Per recedere dal contratto potrete scegliere di inviare una raccomandata al Servizio Clienti Vodafone con destinazione casella posale 190 10015 Ivrea, provincia di Torino.

Potete anche decidere di inviare una PEC all’indirizzo disdette@vodafone.pec.it o parlare con un operatore del Servizio Clienti chiamando il numero 190. L’aumento previsto è di 2.99 euro al mese per la maggior parte di offerte di rete fissa. Ecco la giustificazione di Vodafone: “A partire dalla prima fattura emessa dopo il 7 luglio 2019, il costo di alcune offerte di rete fissa aumenterà di 2,99 euro al mese, consentendoci di continuare a investire sulla rete per offrire ai nostri clienti la massima qualità dei nostri servizi“.

Leggi anche:  Vodafone e TIM in arrivo nuovi aumenti e una stangata per tutti

Come anticipato precedentemente, riceverete una comunicazione prima della rimodulazione e potrete decidere di recedere dal contratto senza pagare alcuna penale. Vi terremo aggiornati per qualsiasi altra modifica. Nel frattempo speriamo che l’operatore non voglia aumentare anche alcune delle offerte Mobile, altrimenti molti utenti saranno costretti a passare alla concorrenza.