Router libero: la guida di TP-Link

La prassi secondo la quale è il fornitore del servizio di connettività Internet a scegliere e installare il modem è finita. A dirlo è l’AGCOM con la delibera 348/18CONS, in vigore lo scorso 31 dicembre, che sancisce il diritto degli utenti a scegliere liberamente il proprio modem router.

I vantaggi per i consumatori sono molteplici: dall’eliminazione dei costi di noleggio del dispositivo, alla libertà di scegliere in base alle proprie esigenze di connettività, fino alla possibilità di ricevere aggiornamenti direttamente dal produttore. Per facilitare l’utente nell’acquisto della corretta tipologia di modem router, è stata introdotta una simbologia.

Una simbologia semplificata che associa al bollino verde con una F in stampatello, le connessioni FTTH (Fiber to the Home) o FTTB (Fiber to the Building). Si tratta di quelle reti che prevedono l’arrivo della fibra ottica all’unità immobiliare o all’edificio dell’utente finale.

Il simbolo con il bollino in arancio e le lettere FR in stampatello indica le connessioni VDSL, FTTC (Fiber to the Cabinet) o FTTS (Fiber to the Street), ovvero quelle reti che prevedono l’arrivo della fibra ottica solo fino a nodi intermedi come l’armadio stradale e proseguono con la tecnologia in rame.

Infine, il bollino rosso con la lettera R in stampatello che indica tutte le connessioni ADSL che non prevedono la fibra ottica nella rete di accesso o che comunque non abilitano all’utilizzo di servizi a banda ultra larga. In questo panorama entra in gioco TP-Link che ha creato una vera e propria guida alla scelta e configurazione del modem router.

Leggi anche:  TP-Link Neffos C7 Lite, disponibile in Italia al prezzo di 89.99 euro

Una guida con istruzioni dettagliate per l’installazione e il settaggio dei dispositivi in base all’operatore di rete. A questo si affianca una gamma completa di prodotti per andare incontro ad ogni esigenza, sia per ambiente domestico che per ufficio. TP-Link offre modem router fino a 100 Mbps e modem router fino a 1 Gbps.

 

Modem router fino a 100 Mbps secondo TP-Link

Per connessioni Internet di Categoria R e FR (ADSL, VDSL, FTTC, FTTS) fino a 100 Mbps, le soluzioni migliori sono i modelli Archer VR300, Archer VR400 e Archer VR1200, con standard Wi-Fi AC1200. Per chi necessita di prestazioni più elevate la scelta giusta è Archer VR600, un dispositivo in grado di offrire connettività Wi-Fi AC1600.

Per coloro che oltre ad una connessione stabile necessitando anche del servizio di fonia VoIP, TP-Link ha ideato Archer VR1200v, dotato di 2 porte telefoniche e Archer VR600v, che in aggiunta ai 2 ingressi ha una base DECT integrata per la connessione di telefoni cordless.

 

Modem router fino a 1 Gbps secondo TP-Link

Se la scelta ricade su connessioni della Categoria F (FTTH e FTTB) fino a 1 Gbps, le soluzioni sono molteplici: Archer C7 con Wi-Fi AC1750 è perfetto per chi cerca un modello entry level. Per un dispositivo di fascia media l’ideale è Archer C3150, con wireless MU-MIMO AC3150.

Infine, per i più esigenti è indicato il top di gamma Archer C5400x, con wireless AC5400 e protezione totale TP-Link HomeCareTM.