Questa parte conclusiva dell’inverno ha portato in dote alcune notizie negative per gli utenti TIM. Dopo l’ufficialità dei nuovi prezzi relativi alle offerte ricaricabili (qui i nuovi costi in vigore), per i clienti c’è un altro boccone amaro da digerire. Il gestore nazionale ha difatti messo in atto le nuove norme per le ricariche del credito.

 

TIM, addio alle ricariche da 5 euro: ecco le novità per gli utenti

Dagli scorsi giorni, TIM togliendo dal mercato i tagli di ricarica di 5 euro. Nella maggior parte dei casi, gli utenti non potranno più acquistare il valore minimo per l’aggiunta di credito.

Da circa due settimane, TIM ha inibito le ricariche da 5 euro nelle ricevitorie, nei tabaccai e nei negozi ufficiali del brand. Anche con Lottomatica e con SISAL, ora la cifra minima per l’acquisto è di 10 euro.

Leggi anche:  Offerte Amazon: i codici sconto migliori di oggi

Dalla scorsa settimana anche con l’applicazione ufficiale TIM non si possono più comprare ricariche da 5 euro. Il valore base è di 10 euro e ciò vale anche per il sito ufficiale della compagnia. Per accreditare 5 euro al proprio conto l’unica alternativa sono le ricariche Plus. In questo caso, sono confermati i valori primari da 6 e 12 euro.

Tale provvedimento, era lecito attenderselo, non ha suscitato grandi entusiasmi per gli utenti. Sui social ufficiali di TIM si moltiplicano le voci di dissenso. La decisione è particolarmente deleteria per quelle persone che si servivano, in casi di emergenza, del taglio minimo di ricarica per tornare ad operare.