In occasione del MWC 2019 il nostro staff ha potuto testare da vicino il nuovo Mate X di Huawei, il primo dispositivo pieghevole dell’azienda di cui vi abbiamo già parlato negli ultimi giorni.

Questo device prevede un doppio display, si chiude quindi a libretto. I display sono rispettivamente da 6.6 e 6.38 pollici (frontalmente e sul retro). La risoluzione del display ammonta a 2480 x 1148 pixel. Aprendo dunque i due schermi ne otteniamo uno solo che sembra quasi un tablet di circa 8 pollici, con uno spessore proporzionalmente minimo. Sicuramente innovativo e interessante, ma è ovviamente incerto se con il passare del tempo il display, soprattutto la risoluzione, possa essere danneggiato in qualche modo da questo tipo di apertura a libretto.

Per il Mobile World Congress anche Huawei ha presentato Mate X, lo smartphone pieghevole dell’azienda

Il dispositivo monta inoltre il primo modem 5G in assoluto, ossia Balong 5000 con Kirin 980. Ciò garantisce prestazioni doppie del 5G rispetto agli standard di un classico modulo 5G. Si ha una velocità tale che in soli 3 secondi sarà possibile scaricare persino 1GB. Anche la batteria ottima, di 4500 mAh e con ricarica rapida SuperCharge (che potrebbe tuttavia danneggiare nel tempo la batteria stessa). Il lettore delle impronte digitali è invece posto lateralmente, facilitandone l’uso se i due display sono chiusi.

Leggi anche:  Huawei Mate X: il dispositivo è pronto ad arrivare entro fine mese

Durante la presentazione l’azienda ha fatto luce in particolare sulla batteria, posta sotto entrambi i display. Non si sa quindi se la batteria sia stata in un certo senso divisa per distribuire la potenza per ciascun display o se funziona in simultanea per entrambi. In generale non sono state date in realtà molte informazioni. Sembra quasi che l’azienda voglia per lo più competere con Samsung che ha già lanciato un device simile. Anche sulla fotocamera nessun dettaglio in particolare, i sensori sembrano simili a quelli delle fotocamere solitamente adottate per la fascia alta della serie P e per la fascia Mate, che è anche quella innovativa. Inoltre, pare che ci sarà una cover protettiva apposita per evitare che i singoli display possano danneggiarsi.