Presente al Mobile World Congress di quest’anno anche Seat. In esclusiva per l’evento ha presentato le ultime novità dell’azienda, che lavora con le migliori StartUp e in collaborazione con l’università di Catalogna per promuovere il 5G e tutte le ultime innovazioni.

L’azienda pone anche Barcellona in particolar modo come capitale dell’European Mobility. Tra i progetti principali c’è l’utilizzo della connettività 5G -come accennato prima- in particolar modo applicata al settore dell’automotive. La società intende anche chiudere il centro città al traffico per implementare dei sistemi di mobilità tramite Car Sharing ad hoc per ottimizzare tutti gli spostamenti in centro verso un futuro più tech, più innovativo. In questo modo i vantaggi saranno molteplici ma con un’unica soluzione.

Il Micromobility si pone nel frattempo come centro nevralgico invece del gruppo Volkswagen, un progetto studiato appositamente in Germania. La parola chiave del progetto è trasformazione. Infatti, l’azienda intende trasformare una Car Company in un’azienda legata strettamente al settore mobility, ponendo le fondamenta dello sviluppo di un software che sia più possibile efficiente. Presentata durante l’evento anche Seat Minimo, il fiore all’occhiello, proponendo un nuovo concetto di mobilità.

Leggi anche:  D-Link presenta al MWC 2019 il primo router Wi-Fi 5G per internet super veloce

Tutte le novità di Seat al Mobile World Congress 2019 tra cui la nuovissima Seat Minimo

Ovviamente immancabile la connettività 5G a bordo della Seat Minimo, presente nella maggior parte dei progetti. Oltre al 5G, sarà presente anche Android Auto Wireless, con estrazione e cambio batterie semplificato, facile per chiunque. Un’ottima autonomia e anche un sistema di riconoscimento automatico dell’età del guidatore per regolare i limiti della velocità del veicolo stesso. Sarà 100% elettrica, e occuperà davvero pochissimo spazio. Il prezzo sarà l’equivalente della metà di quanto vale realmente una tecnologia del genere. L’interconnessione non sarà solo all’interno del veicolo tra le numerose funzioni presenti, ma anche tra il guidatore e la strada, per una guida facilitata. Nota di merito ad esempio per Google Now e i comandi vocali che assisteranno il guidatore per aiutarlo a non distrarsi.