Al giorno d’oggi è diventata di primaria importanza la conservazione delle chiamate telefoniche. Si ricevono tante di quelle chiamate che non possiamo farne a meno di registrarle, anche se molti clienti non ne sono a conoscenza.

Per chi non fosse informato, è bene che leggesse attentamente le prossime righe di questo articolo. Eseguire una registrazione di una chiamata telefonica è assolutamente legale, basta che l’interlocutore sia informato di quest’azione ed il contenuto non deve essere inoltrato a persone terze.

Chiunque avesse l’intenzione di svolgere questa operazione, può scaricare sul proprio smartphone le seguenti applicazioni: Cube Call Recorder ACR, Call Recorder e TapeACall.

 

Registrazione delle chiamate con le migliori app

Le applicazioni che vi abbiamo appena esposto rappresentano i migliori servizi con i quali tutti i clienti possono registrare le conversazioni di una chiamata.

Leggi anche:  Credito Vodafone e Tim esaurito: ecco i servizi che lo azzerano

L’applicazione Cube Call Recorder ACR permette di registrare non solo le conversazioni delle chiamate telefoniche ma anche le chiamate che si ricevono sui social network e sulle app di messaggistica istantanea. Alcuni esempi possono essere WhatsApp, Messenger, Skype e Telegram.

L’altra applicazione consigliabile è Call Recorder che può essere scaricati sia per gli utenti Android che per gli utenti iOS. Prima di iniziare a registrare le chiamate, una volta aperta l’applicazione sarà richiesta la compilazione di qualche autorizzazione.

Infine, l’applicazione TapeACall che a differenza delle precedenti presenta due versioni: una gratuita che consente di registrare soltanto i primi 60 secondi della conversazione, ed un’altra che prevede un pagamento di 9,99 Euro e permette di registrare le chiamate senza limiti.