Amazon

La piattaforma di e-commerce Amazon deve sempre stare al passo con i tempi e, dato la concorrenza spietata, ha deciso di attrezzarsi per utilizzare dei differenti mezzi per le proprie consegne.

I metodi innovativi sono sicuramente i droni e i campanelli intelligenti, che permettono al corriere di lasciare il vostro pacco in casa, anche quando non siete presenti. Ma questa volta stiamo parlando di un mezzo molto più antico, l’autobus! Scopriamo i dettagli.

 

Amazon vuole provare a consegnare i pacchi con l’autobus

Quasi tutte le piattaforme come Amazon si trovano davanti lo stesso problema, ovvero quello di trovare il modo più conveniente per riuscire a trasportare più pacchi possibili, data la mole di richieste giornaliere. Lo scorso 2 febbraio lo Star Tribune di Minneapolis ha lanciato per primo l’indiscrezione. Ovvero che l’azienda di Jeff Bezos avrebbe appena ottenuto il brevetto richiesto 5 anni fa, per trasformare gli autobus in stazioni mobili di consegna.

Leggi anche:  Amazon con Alexa punta sempre più sulle connected car

Questo, per riuscire a risolvere il problema “the last mile”, ovvero l’ultimo chilometro e mezzo di una spedizione. Il meccanismo, a differenza del nome, è molto semplice, nel momento dell’acquisto, l’utente potrebbe scegliere la consegna via mezzi pubblici. Secondo quanto riportato dal quotidiano appena citato, ci sarebbe anche scritto che “inserendo un indirizzo o un’area, il sistema segnala una lista di fermate del pullman, vicino alla propria abitazione”.

Una volta che l’utente ha selezionato la fermata, gli sarà presentata una lista degli orari in cui sono previste le fermate. A questo punto al destinatario non rimane che farsi trovare alla fermata dell’autobus, nel momento prescelto per ritirare il proprio pacco. Sicuramente questo sistema andrà ad agevolare tutti gli utenti che prendono i mezzi ogni giorno. Non mancheremo di tenervi aggiornati sugli sviluppi del caso.