radiazioni smartphone AndroidAlcuni costruttori si curano poco dell’aspetto sicurezza smartphone e continuano a proporre soluzioni commerciali che mettono a rischio la salute a causa di SAR troppo elevato. Con questa sigla si indica il valore limite di radiazioni assimilabile dal corpo e dalla testa che non deve superare i 0,6W/Kg. Alcuni telefoni non rispettano tale regola e sono possibile causa di tumore al cervello ed altre patologie degenerative a questo collegate. Ecco i modelli sconsigliati.

 

Smartphone: SAR troppo alto per questi modelli

  • Xiaomi Mi A1: 1,75W
  • OnePlus 5T: 1,68W
  • Huawei Mate 9: 1,64W
  • OnePlus 6T: 1,552W
  • Nokia Lumia 630: 1,51W
  • Huawei P9 Plus: 1,48W
  • Huawei GX8: 1,44W
  • Huawei P9: 1,43W
  • Huawei Nova Plus: 1,41W
  • OnePlus 5: 1,39W
  • Huawei P9 Lite: 1,38W
  • iPhone 7: 1,38W
  • Sony Xperia XZ1 Compact: 1,36W
  • OnePlus 6: 1,33W
  • iPhone 8: 1,32W
  • ZTE Axon 7 Mini: 1,29W
  • iPhone 7 Plus: 1,24W

Senza grosse sorprese il pole position troviamo una pletora di proposte cinesi. A popolare la brutta classifica di quest’anno abbiamo Xiaomi, OnePlus e soprattutto Huawei. Nemmeno Apple se ne tira fuori con i suoi iPhone ad occupare le zone basse della classifica. In ogni caso siamo fuori specifica ed il rischio di danno a lungo termine potrebbe concretizzarsi in luogo di nuovi e pià accurati studi settoriali.

Leggi anche:  Smartphone e radiazioni: segnalati nuovi modelli pericolosi per la salute

Gli esperti consigliano di prendere in seria considerazione il parametro SAR benché i rapporti sugli effetti a breve termine non abbiano ancora evidenziato l’insorgenza di particolari problematiche. Se si è scelto una dei telefoni in questa lista è consigliabile porre un freno all’esposizione tramite l’utilizzo di piccoli accorgimenti e gadget come auricolari con filo o Bluetooth durante le chiamate. Se si vuole andare sul sicuro occorre scegliere Samsung, Motorola e Google indicati come i telefoni meno dannosi in assoluto.