E’ questa una notizia che colpisce in modo particolare alcuni clienti TIM: a partire dal 25 Febbraio 2019, i clienti di alcune offerte ricaricabili non più commercializzate vedranno lievitare il canone mensile del pacchetto attivo in seguito a nuove rimodulazioni. Un aumento, questo, che sarà pari a 0,99 o 1,99 euro al mese in più rispetto al costo della tariffa che era stato applicato in precedenza.

Telefonia mobile: in arrivo rimodulazioni per alcune offerte ricaricabili

Ironia della sorte, l’annuncio è stato diffuso sulle pagine del sito ufficiale dell’operatore, in particolare nella specifica area dedicata alle comunicazioni importanti per i clienti, proprio ieri 21 Gennaio 2019, la giornata del blue monday, ovvero la giornata più triste dell’anno: alcuni clienti TIM, a partire dal primo rinnovo del 25 Febbraio di quest’anno, subiranno nuove rimodulazioni – con aumenti che possono essere di 0,99 euro o 1,99 euro –  dedicate alle loro offerte ricaricabili non più commercializzate. Rimodulazioni, dunque, che interessano i clienti di rete mobile ricaricabili e che viene giustificata dall’esigenza di adeguarsi e rispondere ad un contesto e ad un mercato sempre più competitivo.

Un caso simile si è già verificato lo scorso Settembre con Vodafone: le rimodulazioni, in questo caso, avevano colpito in modo particolare le offerte Vodafone Special Minuti 30GB, Vodafone Special 10GB, e Vodafone Special 20GB applicando un aumento di 1,99 euro al mese.

Si ricorda però che, trattandosi di una modifica unilaterale del contratto, il cliente può esercitare il diritto di recesso che, se esercitato nei tempi e nelle modalità prestabilite (si dovrebbe recedere entro i 30 giorni dalla ricezione della comunicazione da parte dell’operatore), non prevede il pagamento di alcuna penale né costi di disattivazione del servizio.