samsung-galaxy-s10-certificazione

Probabilmente la maggior parte degli appassionati di questo mondo, quello degli smartphone, si saranno stancati di leggere notizie in merito alla prossima serie ammiraglia di Samsung, la Galaxy S10. Ormai sui modelli ci conosce quasi tutte, con solo un po’ di mistero sul modello dedicato al 5G e a qualche dettaglio generale. Nonostante questo però vale anche la pena sottolineare che i modelli principali sono passati attraverso la certificazione cinese; è un passaggio necessario che sottolinea comunque che i dispositivi sono effettivamente in dirittura d’arrivo.

La certificazione in questione è quella dedicata dell’agenzia cinese, la 3C. In questo caso non viene svelato niente di particolare se non qualche dettaglio in merito al sistema di ricarica. I due modelli, Galaxy S10 e Galaxy S10 Plus, sono stati elencanti come SM-G9730 e SM-G9750 ed entrambi presenteranno un caricatore portatile da 9,0 V / 1,67 A o 5,0 V / 2,0 A. Sono praticamente simili a quelli dati in dotazione ad entrambi i modelli di punta presentati il 2018.

Leggi anche:  Samsung Galaxy Sport: un nuovo render ci svela il possibile design

 

Adaptive Fast Charging

Questa è la tecnologia presente all’interno dei carica batterie degli scorsi il quale permetteva una ricarica rapida in appena 1 ora e 40 minuti, venti minuti sotto i due ore. Non il miglior tempo in circolazione, ma è un buon compromesso anche in fatto di durabilità della batteria e ci si aspetta che i Galaxy S10 non avranno differenze.

Già da qualche settimana sono trapelate le informazioni riguardanti la grandezza delle batterie. Apparentemente il Lite avrà un pezzo da 3100 mAh mentre il Galaxy S10 ne avrà una da 3500 mAh e infine il modello Plus ne avrà una da ben 4000 mAh; si vocifera che il modello 5G arriverà a 5000 mAh.