Prima di passare ad un qualsiasi operatore telefonico, sarebbe opportuno verificare qual è il livello di copertura garantito nella propria zona, al fine di evitare di ritrovarsi, poi, con una offerta tariffaria inutilizzabile attiva sul proprio numero di telefono.

Con questo articolo, dunque, scopriremo come verificare la copertura delle reti mobili 2G, 3G, 4G e 4,5G dei principali operatori telefonici quali Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia. Ma prima di proseguire con la nostra semplice guida, passiamo velocemente in rassegna le caratteristiche delle reti sopra elencate, e dunque le velocità raggiunte da ciascuna, tenendo però in considerazione che queste cambiano in base all’operatore scelto.

Reti 2G, 3G, 4G e 4.5G: cosa cambia e quali sono le velocità raggiunte?

La rete 2G viene fornita come copertura per così dire di base. Essa, infatti, raggiungendo una velocità massima di 14.4 Kbps, non è adatta alla navigazione in Internet, è sufficiente per effettuare chiamate, inviare SMS o email, e infine per chattare su WhatsApp o Messenger. La rete 2G si è poi evoluta nel GPRS prima, e nella rete Edge poi, raggiungendo una velocità massima di 170 Kbps.

E’ con l’introduzione della rete 3G che si può iniziare a parlare di una e vera e propria esperienza di navigazione compiuta da dispositivo mobile. Garantendo una velocità massima pari a 384 Kbps, grazie alle reti di terza generazione è finalmente possibile scaricare applicazioni, guardare video a bassa risoluzione, condividere foto ed accedere ai Social Network. Anche il 3G si è poi nel tempo evoluto: il 3GH viaggia alla velocità massima di 5,7 Mbps, mentre il 3G H+ raggiunge i 42,2 Mbps.

Con la definizione 4G, invece, s’intendono le reti di quarta generazione. Queste garantiscono, almeno in teoria, velocità davvero altissime – arrivando a toccare, se non addirittura a superare, i 100 Mbps – ma difficilmente nella realtà riescono a raggiungere tali valori. In attesa del lancio ufficiale del 5G, poi, Tim e Vodafone hanno introdotto il nuovo standard 4.5G (presente solo in poche zone d’Italia) che promette di raggiungere velocità massime tra i 400 e gli 800 Mbps.

Leggi anche:  Telefonia: in arrivo rimodulazioni e aumenti per Tim, Wind, Tre e Vodafone

Come verificare la copertura delle reti mobili di Tim, Vodafone, Wind e Tre

Per verificare la copertura delle reti mobili 2G, 3G, 4G e 4.5G di Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia non occorre altro che recarsi sul sito ufficiale dell’operatore in questione, o in alternativa ricorrere ad un servizio online gratuito chiamato OpenSignal.

Vodafone e Tim mettono a disposizione dell’utente un servizio molto simile. Accedendo, infatti, alle pagine ufficiali degli operatori telefonici (clicca qui per accedere a quella Tim, o clicca qui per accedere a quella Vodafone) si potrà verificare la copertura delle reti 2G, 3G, 4G e 4.5G anzitutto scegliendo la tipologia di rete che si vuole verificare, e in seguito inserendo il nome del proprio comune.

Wind e 3 Italia, invece, mettono a disposizione dell’utente una mappa in cui, a seconda del colorazione, vengono segnalate le aree in cui è disponibile la navigazione in 4G (in questo caso la colorazione sarà più intensa), e viceversa le zone in cui la copertura della rete 4G non viene garantita (in questo caso, invece, la colorazione sarà più chiara).

In alternativa, come detto poco sopra, si può utilizzare il servizio OpenSignal, disponibile sia in versione sito web che come app per dispositivi Android e iOS. Anche in questo caso, OpenSignal permette di verificare la copertura delle reti 2G, 3G, 4G e 4.5G di Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia selezionando dalla mappa la tipologia di rete ed effettuando la ricerca in un comune specifico.