frammentazione Android aggiornamentiAndroid OS rappresenta il massimo della personalizzazione e dell’open-source. Lo si riconosce a vista per il gran numero di applicazioni presenti su Google Play e per una spiccata predisposizione al custom Mode. Rispetto ad iOS è decisamente più aperto ai gusti personali degli utenti ma tutto questo ha un lato negativo.

Negli anni la frammentazione Android ha raggiunto livelli sconcertanti. Mentre Apple garantisce un piano di aggiornamenti repentino ed a lungo termine per i suoi dispositivi con il robottino verde non possiamo dire lo stesso. Google propone i cambiamenti e gli altri produttori mettono mano al codice applicando livelli grafici, funzioni ed app proprietarie più o meno utili.

Ogni smartphone rappresenta un’entità a sé stante e si devono fare i conti con i ritardi per gli aggiornamenti e problemi di varia natura. L’ultimo esempio è stato fornito da Samsung per i suoi Galaxy S9 appena aggiornatisi ad Android Pie. I Pixel lo hanno ricevuto a pochi mesi dalla presentazione ufficiale. Gli altri stanno ancora aspettando. Oggi nasce un nuovo strumento di valutazione dei produttori che si chiama AOSMark.

 

AOSMark valuta il lavoro degli sviluppatori Android sugli aggiornamenti

AOSMark è il nuovo tool di giudizio per il lavoro svolto dai costruttori nel contesto aggiornamento Android. Usando una scala da 0 a 6 esprime una valutazione oggettiva delle aziende produttrici di smartphone. Lavora considerando la proporzione sul numero di update rilasciati peri propri dispositivi. Nello specifico è emerso quanto segue.

3.8 Google
2.75 OnePlus
1.82 Nokia
1.63 Sony
1.62 General Mobile
1.6 Wileyfox
1.33 Zebra
1.28 Samsung
1.17 Zuk
1.14 Pantech
1.11 Motorola
1.01 HTC
1.0 10.or
1.0 Sonimtech
1.0 Vizio
0.98 Huawei
0.93 Xiaomi
0.85 Sharp
0.83 LGE
0.77 Asus

 

Oltre a fornire informazioni sulle singole società si prospettano anche i 20 smartphone più aggiornati di sempre a partire dalla rispettiva data di commercializzazione.

5 HTC One Google Play edition
5 Kyocera Android One S2
5 Sharp Android One S1
5 Sony Xperia ZL
5 Sony Xperia Z
4 Essential Products PH-1
4 Google Pixel
4 Google Pixel XL
4 Huawei Nexus 6P
4 LGE Nexus 4
4 LGE Nexus 5X
4 Motorola Moto X4
4 Motorola Nexus 6
4 Nokia Nokia 6
4 Nokia Nokia 8
4 Nokia Nokia 7
4 OnePlus One
4 OnePlus 5
4 OnePlus 5T

 

Al comando, non a caso, c’è Google con uno score complessivo di 3.8 punti, seguita a stretto giro da OnePlus, Nokia, e Sony. Samsung si difende ma occupa la parte bassa della classifica con un misero 1.28 punti. Chiudono Huawei, Xiaomi e ASUS che non superano nemmeno l’unità.