5G

I clienti italiani interessati a provare il 5G dovranno spendere un sacco di soldi: l’acquisto di un nuovo smartphone e di una nuova offerta per la connessione mobile saranno obbligatorie. Una novità che sta facendo fremere tutti quanti, ma che a testarla, forse, saranno in ben pochi.

Tariffe 5G: la previsioni non le vedono low cost

Secondo le ultime previsioni rilevate, le tariffe per il nuovo standard delle connessioni mobili non avranno dei prezzi irrisori come le attuali per il 4G. A confermare questi dati concorre sia l’offerta del mercato mondiale che gli investimenti effettuati da TIM, Wind Tre, Vodafone e Iliad.
Al fine di aggiudicarsi i blocchi in banda per il 5G, infatti, gli operatori mobili italiani hanno investito quasi 7 miliardi di euro; come si può immaginare, questi investimenti dovranno rinvenire nelle casse delle società e con prezzi al di sotto dei 30 euro a tariffa, potrebbe essere impossibile ritornare in pari. Inoltre, come vi abbiamo già riportato, il mercato mondiale sta esponendo le prime tariffe in 5G e anche in questo caso il prezzo medio è di 50 euro al mese. Ovviamente chi decide di attivare una di queste tariffe otterrà internet illimitato a velocità stratosferiche… ma ne varrà la pena?

Ad aggiungersi a questi fattori interviene anche l’acquisto obbligatorio di un nuovo smartphone. Secondo le voci di campo i nuovi terminali dotati del nuovo chip per il 5G subiranno un rincari di qualche centinaia di euro. Volendo essere ottimisti, gli utenti interessati al nuovo standard dovranno sopportare una spesa iniziale di circa 500 euro.. ma non è stata ancora detta l’ultima parola!