Waze

Natale è alle porte e tutti noi possiamo cogliere l’occasione per compiere una buona azione o un gesto di solidarietà e, anche in questo caso, la tecnologia può fare la sua parte e sostenere lo spirito di condivisione e altruismo nei confronti dei più bisognosi. Waze sposa questi propositi presentando un progetto benefico molto interessante.

L’applicazione di navigazione gratuita utilizzata da oltre 110 milioni di utenti in tutto il mondo che racchiude la più grande comunità di automobilisti, ha annunciato un progetto a supporto delle realtà milanesi che raccolgono indumenti, giochi, sacchi a pelo e coperte per le persone in difficoltà.

Il progetto pilota, inizialmente rivolto solo alla città di Milano, prevede l’inserimento sulla mappa di Waze di alcuni “pin solidali”, icone specifiche dedicate ai centri di raccolta aderenti al progetto, per sensibilizzare ulteriormente gli abitanti della città di Milano a donare alle persone in difficoltà e ad indicare i luoghi in cui poter consegnare i beni.

 

Waze, quali sono i centri solidali per aiutare gli altri attraverso la tecnologia

Beni rigorosamente in ottime o buone condizioni. I centri che hanno aderito all’iniziativa benefica di Waze inseriti sulla mappa di Milano sono Croce Rossa Milano per la raccolta di coperte e sacchi a pelo, A Braccia Aperte e Humana presso il Centro Ambrosiano di Aiuto alla Vita per abiti uomo, donna, bambino e giocattoli per la fascia 0-12 anni.

Leggi anche:  Google Maps: nuovo aggiornamento con novità anche per Waze

E ancora Fondazione Progetto ARCA per la raccolta di k-way, calzamaglie di lana, guanti, sciarpe e cappelli presso il magazzino e di coperte e abbigliamento da uomo nella sede dedicata al guardaroba. Inoltre, si sono uniti al progetto anche l’Opera Cardinal Ferrari per la raccolta di abiti uomo e donna e oggettistica per la casa.

Infine anche Ronda Carità e Solidarietà per indumenti, coperte e sacchi a pelo. Dario Mancini, Country Manager di Waze ha commentato: “il numero delle persone bisognose purtroppo negli ultimi anni è aumentato ed ognuno di noi può fare concretamente la sua parte”.

Lo stesso ha aggiunto: “in Waze condividiamo lo stesso valore, non solo per quanto riguarda l’aggiornamento delle mappe da parte dei Map Editor volontari o le segnalazioni che gli utenti inviano quotidianamente per aiutare la Community, ma anche sostenendo le realtà che si occupano tutti i giorni delle persone in difficoltà”.

Pertanto, qualora abbiate beni da donare ai meno fortunati, su Waze potrete trovare l’indirizzo dei centri di raccolta più vicini a voi e impostare la navigazione. Da oggi fino a fine gennaio 2019, tutti gli automobilisti che utilizzeranno Waze e saranno in prossimità di uno dei centri aderenti, vedranno apparire sulla mappa l’icona dedicata al punto di raccolta.