L’anno sta per giungere al termine, e se si vuole analizzare uno dei fenomeni più discussi dell’anno, la parola d’ordine è allora 5G. Sì, perché le tecnologie di quinta generazione rappresentano ormai il futuro sul quale i più grandi players che operano nel mondo delle telecomunicazioni e della telefonia fissa e mobile, nonché le principali case produttrici di smartphone stanno puntando. Cos’è successo negli ultimi mesi in materia di 5G, quali sono le novità introdotte e quali i costi delle tariffe previsti?

5G di Vodafone, Tim, Wind 3 e Iliad: le novità degli ultimi mesi

Anzitutto, probabilmente la notizia più importante che ha riguardato il mondo del 5G ha a che fare con la faccenda Huawei, leader mondiale nella fornitura di apparecchiature e strumentazioni per le telecomunicazioni e nella costruzione delle reti di quinta generazione che, in seguito all’appello lanciato da Trump circa la vulnerabilità delle apparecchiature Huawei ai cyberattacchi e al rischio di incorrere in attività di cyberspionaggio, non opererà in diverse aree del mondo. Segue poi la presentazione da parte di Qualcomm del nuovo Snapdragon 855, il chip che verrà installato sui dispositivi Android di fascia alta e che consentiranno a questi ultimi di navigare alla velocità del 5G e di sfruttarne le potenzialità, portando dunque gli standard attuali a livelli molto alti e permettendo di svolgere attività mai viste prima. Pochi giorni dopo la presentazione del chip di Qualcomm, Samsung annuncia di aver testato con successo la connessione in 5G con un dispositivo da essa progettato, promettendo di lanciare i primi smartphone 5G già entro i primi mesi del prossimo anno. Battuto Apple sul tempo, dunque, considerando che la società di Cupertino ha dichiarato di non produrre alcun iPhone 5G entro il prossimo anno, preferendo dunque rimandare il lancio dei nuovi dispositivi al 2020, anno di debutto ufficiale delle reti di quinta generazione. Novità anche nel mondo della televisione, poiché il passaggio al 5G renderà necessario acquistare un nuovo televisore o un nuovo decoder che sia in grado di supportare i nuovi standard introdotti.

Leggi anche:  Samsung Galaxy Note 10, il device potrà contare sulla connettività 5G

5G di Vodafone, Tim, Wind 3 e Iliad: quali saranno i costi delle tariffe?

Passare al 5G sarà piuttosto caro. Non solo per poter navigare alla velocità del 5G sarà necessario acquistare un nuovo smartphone che supporti le tecnologie di quinta generazione, ma anche i costi delle tariffe di Vodafone, Tim, Wind 3, Iliad e Sky Mobile (Sky opererà anche nel settore della telefonia e sta già lavorando sul 5G) saranno abbastanza alti, considerando gli investimenti effettuati in questo settore. Si pensa, infatti, che i costi delle tariffe potrebbero addirittura toccare i 40 o i 50 euro mensili.