Mediaset PremiumA differenza di Sky, azienda perlopiù votata al classico abbonamento satellitare/internet, Mediaset Premium potremmo definirla come una realtà versatile e perfettamente in grado di adattarsi secondo le esigenze della community e l’andamento del mercato.

E’ risaputo che il limite più grande che impedisce l’attivazione di un normale contratto di abbonamento è il cosiddetto vincolo contrattuale. Gli utenti si trovano spesso a dover rinunciare all’accesso ai canali satellitari, proprio perché non sicuri di voler mantenerlo attivo per 12 o 24 mesi, richiedendo la libertà di ottenere il recesso gratuito in ogni momento.

Per contrastare le crescenti offerte di Netflix e DAZNMediaset Premium ha ideato un abbonamento ricaricabile decisamente interessante.

 

Mediaset Premium: l’abbonamento ricaricabile è esente dai vincoli contrattuali

In ogni supermercato o punto vendita in Italia è possibile acquistare una smart card ricaricabile al prezzo di soli 29 euro. Una volta tornati a casa, ed inserita all’interno dell’apposito lettore della televisione o del decoder, avrete la possibilità di accedere ai canali del digitale terrestre per 3 mesi consecutivi.

Leggi anche:  Mediaset Premium: nuovo abbonamento con il ritorno del calcio

Al termine del periodo promozionale sarà assolutamente necessario ricaricare 15,90 euro a rinnovo per poter proseguire nell’accesso ai contenuti stessi. Viceversa, nell’eventualità in cui foste stanchi o la visione non avesse soddisfatto le vostre aspettative, potrete semplicemente evitare di effettuare la ricarica e nessuno verrà mai a reclamare denaro. Allo stesso modo, anche dopo 5 mesi di pausa potrete ricaricare la tessera e riprendere la visione di Mediaset Premium.

L’abbonamento ricaricabile è sicuramente pensato per chi non è molto sicuro della qualità, ma vuole comunque dare un’opportunità ad un’azienda abbastanza alla portata di ognuno di noi.