truffe call center cambio operatore

Spesso lasciarsi convincere da un call center ad attivare le promozioni con operatore non è sempre così conveniente come appare. Capita che i telefonisti siano onesti e propongano ottime occasioni, ma capita più spesso il contrario e purtroppo sono truffe in piena regola.

Il programma televisivo Mediaset Le Iene ha svelato quanto detto poc’anzi. Due ex dipendenti di alcuni call center hanno svelato alla redazione del noto programma televisivo che le vittime vengono truffate grazie a regali favoleggiati che magicamente invogliano l’utenza a siglare i contratti. Così che oggi vi possiamo mettere in guardia da una nuova pratica truffaldina davvero fastidiosa.

 

Call center: attenzione alle postille nei contratti

Spesso il cliente viene trattato da re e viene messo al corrente che per lui sono riservate promozioni imperdibili che a prezzi scontati e anche con un modem in regalo. Quando la vittima accetta il goloso accordo si passa alla materia contrattuale. Via call center gli accordi si firmano “a voce” dove gli operatori sono tenuti a leggere ogni parte di quanto stipulato al cliente senza saltare alcuna postilla.

Leggi anche:  Offerte Operatori Virtuali: le migliori per uscire da TIM, Wind, Tre e Vodafone

Gli operatori criminali leggono le parti con le clausole in maniera così veloce da rendersi incomprensibili durante la registrazione del contratto. Ecco dunque che la clausola in cui si parla del pagamento del modem a rate mensili anziché averlo gratis viene abilmente aggirata.

Generalmente i modem sono in comodato d’uso a pagamento per 48 mensilità, e chi accetta si ritrova costretto a pagare 240 euro inaspettati per uno strumento che, comprato nei negozi specializzati, vale un decimo di quanto vi hanno salassato in bolletta.

Non serve a molto neanche recedere dal contratto anticipatamente, poiché sempre le suddette postille garantiscono al gestore di telefonia il pagamento in unica soluzione di tutte le rata mancanti.