Acquisti online, le abitudini pericolose degli italiani

McAfee annuncia oggi i risultati della sua ultima ricerca “lo stress per gli acquisti dei regali nel periodo natalizio” nella quale svela le abitudini pericolose in cui incorrono gli italiani facendo acquisti online: il 49% dei partecipanti dichiara di utilizzare per acquisti online connessioni WiFi non sicure, un’abitudine molto pericolosa.

Il 64% afferma invece che, pur di risparmiare, sarebbe disposto a comprare un regalo da un rivenditore online di dubbia affidabilità rispetto a un rivenditore di fiducia. L’80% concorda sul fatto che acquistare regali di Natale nel periodo delle feste è fonte di stress dal punto di vista economico e molti ammettono che ciò li rende molto meno cauti.

L’e-commerce continua a crescere in Italia ma quando si tratta di shopping online, gli italiani sembrano molto più preoccupati di trovare l’offerta migliore per risparmiare o ottenere sconti piuttosto che fare acquisti sicuri, mettendo in questo modo a repentaglio la propria sicurezza informatica e quella dei loro dati personali.

Antonio Gaetani, Director Partner Solutions, Consumer McAfee ha dichiarato: “i criminali informatici sono consapevoli che durante il periodo natalizio le persone che fanno acquisti online sono meno attente e utilizzano questa situazione a loro vantaggio. È molto importante quindi che prendere misure di sicurezza adeguate per proteggere se stessi”.

 

Acquisti online, i risultati nelle diverse regioni italiane

L’indagine ha esaminato i comportamenti di acquisto degli utenti nelle diverse regioni del nostro Paese: Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Veneto risultano essere le aree che anche in questo periodo mantengono adeguate misure per la propria sicurezza informatica negli acquisti online.

Leggi anche:  Intesa SanPaolo, Unicredit e Postepay: tentativi di truffa illudono i clienti

Al contrario, gli abitanti di Sardegna e Sicilia sono i più esposti al rischio di cadere vittime di un criminale informatico, con la maggior parte degli intervistati ammette che utilizzerebbe un sito web sconosciuto se contenesse promesse di risparmio ed offerte vantaggiose.

Più in generale, al di là delle regioni in cui si abita, i più negligenti sono gli uomini mentre la fascia d’età più colpita (46%) è quella tra i 21 e 30 anni.

 

Acquisti online, quattro consigli per eseguirli in sicurezza

  1. Attenzione al WiFi pubblico. L’utilizzo del WiFi pubblico potrebbe sembrare pratico e normale fuori casa, ma se non si pone attenzione si potrebbe inconsapevolmente esporre i propri dati personali o i dati della carta di credito a criminali informatici che si nascondono nella rete. Meglio utilizzare una rete privata virtuale (VPN).
  2. Pensare prima di fare clic. Uno dei modi più semplici con cui i criminali informatici colpiscono è attraverso le email di phishing che contengono offerte per attirare i consumatori a cliccare su link che in realtà potrebbero portare a malware, o a un sito web fasullo progettato per rubare informazioni personali. Controllare la fonte.
  3. Naviga proteggendo la tua sicurezza. Usare un sistema completa di protezione della sicurezza può aiutare a proteggere i dispositivi da malware, attacchi di phishing e altre minacce.
  4. Utilizzare software antivirus. Una soluzione come McAfee Identity Theft Protection, adotta un approccio proattivo con strumenti di monitoraggio dei dati personali e finanziari per proteggere la propria identità personale.