Galaxy F o Galaxy X, lo smartphone pieghevole di Samsung
Lo smartphone pieghevole di Samsung potrebbe essere mostrato per la prima volta già il prossimo mese, secondo un rapporto del Korea Times. La società coreana terrà la sua Samsung Developer Conference (SDC) di due giorni a novembre a San Francisco, dove lo smartphone di prossima generazione dovrebbe essere mostrato in anteprima.

A rivelarlo, insieme a tanti altri dettagli, è un funzionario Samsung che ha preferito rimanere anonimo. La conferenza si terrà il 7 e l’8 novembre e tratterà in gran parte le strategie future dell’azienda che avranno come protagonisti l’intelligenza artificiale (AI) e l’Internet of Things (IoT).

A queste strategie si aggiungerebbe una piccola presentazione hardware, un keynote per pochi ristretti che avrà per protagonista proprio lo smartphone pieghevole di Samsung e durante il quale verranno rivelare solo un numero limitato di informazioni. Un modo come un altro per aumentare l’HYPE in vista della vera presentazione.

 

Le prime informazioni sullo smartphone pieghevole di Samsung

Secondo quanto riferito, lo smartphone pieghevole di Samsung avrà un display OLED da 7 pollici di diagonale che si potrà piegare trasformandosi in un pannello da 4.5 pollici. Questi numeri rendono un po’ difficile capire come sarà esattamente il design del telefono.

Leggi anche:  Samsung avvia l'aggiornamento di One UI per gli utenti in beta

Probabile che il dispositivo si possa utilizzare in due modalità: smartphone e tablet, quest’ultima quando lo schermo è tutto aperto. In ogni caso Samsung non vuole lasciare nulla al caso e sembra stia curando ogni dettaglio del suo smartphone pieghevole, che comunque non dovrà arrivare troppo tardi visto l’interesse della concorrenza.

Il resto delle caratteristiche sarà un mix di componenti di fascia alta, molto alta, che potrebbero anticipare anche le future caratteristiche di Galaxy S10. Sconosciuto, invece, il possibile prezzo di vendita che non sarà assolutamente dei più economici così come la disponibilità che almeno inizialmente sarà limitata a poche unità nei mercati più importanti.