Spotify for Artists: la nuova funzione pensata per gli artisti emergenti

Spotify ha annunciato una nuova funzione beta che consentirà agli artisti di caricare la propria musica direttamente sulla piattaforma anziché tramite un’etichetta o una compagnia digitale. Normalmente, gli artisti che non hanno firmato con un’etichetta devono pagare una tassa a un servizio di terze parti come Tunecore per caricare la propria musica sull’app.

La funzione di caricamento sarà quindi rinnovata permettendo agli artisti di caricare sulla piattaforma Spotify for Artists. Il servizio consentirà agli artisti di visualizzare i dati relativi ai loro ascoltatori e di caricaredirettamente le canzoni.

La nuova funzione di caricamento non funzionerà come SoundCloud, dove le canzoni possono essere immediatamente disponibili. Invece, Spotify lo vede come un modo per gli artisti di avere il controllo sulla propria musica in anticipo rispetto alla data di rilascio. A coloro che fanno parte del programma verrà mostrata un’interfaccia in cui potranno caricare la loro musica e le relative illustrazioni. Si potrà scegliere scegliere un giorno di rilascio e inserire informazioni aggiuntive come se si tratti di un singolo o di un album.

Leggi anche:  Spotify vuole introdurre una nuova interfaccia utente e feature uniche

 

Il programma promette un guadagno al 50%

Il caricamento diretto verrà offerto inoltre come servizio gratuito. “La piattaforma condividerà il 50% delle entrate nette con gli artisti per le canzoni che verranno caricate“, commenta la società.

Inoltre si consiglia agli artisti di caricare il contenuto del programma almeno cinque giorni prima della versione pianificata, pocedura che aiuterà la società a verificare che non contenga violazioni di alcun tipo. Ci sarà anche un controllo incrociato per assicurarsi che lo stesso contenuto non venga consegnato a Spotify attraverso altri partner, evitando duplicati. Permettendo cosiì agli artisti di utilizzare gli strumenti di analisi e di personalizzazione delle pagine integrate nell’app.