IPTV batte Netflix, DAZN, Sky e Premium ma ci possono essere dei rischi con la legge

Il mondo in cui viviamo ad oggi è basato fortemente sulle nuove tecnologie e gli utenti le sfruttano sicuramente a dovere. La TV soprattutto è quella che ci porta più notizie insieme agli smartphone e l’ambiente a pagamento ancor di più, anche se si trovano spesso soluzioni alternative come l’IPTV.

Cos’è l’IPTV? Per tutti coloro che non lo sapessero è il perfetto metodo per aggirare ogni forma di abbonamento alle piattaforme principali. Ci riferiamo pertanto a Sky, Mediaset Premium, DAZN ed anche Netflix. Molti utenti in Italia possiedono un abbonamento del genere che tra l’altro gli consente di risparmiare molti soldi.

 

IPTV: il nuovo abbonamento dell’azienda costa solo 10 euro ma è illegale e comporta dei rischi

Sarà capitato svariate volte, ma di sicuro gli utenti non si sono fermati alla prima difficoltà. Ci riferiamo alle proposte delle aziende con abbonamenti spesso molto esosi in termini di prezzo. Per questo in tanti sono poi ricorsi alla soluzione estrema, ovvero l’IPTV.

Leggi anche:  IPTV offre Sky e DAZN a soli 5 euro, ma quanti rischi per gli utenti

E’ chiaro allo stesso tempo che i prezzi alti o ritenuti tali non possono di certo rappresentare una giustificazione. Infatti il servizio di cui vi stiamo parlando è illegale, anche se è molto conveniente per gli utenti. Questo infatti costa solo 10 euro ogni 30 giorni e tutti di solito lo sottoscrivono per avere tutto, al posto di pagare circa 400 euro in abbonamenti legali.

Dovete però stare molto attenti dato che qualcuno in Italia ha beccato una multa molto salata e soprattutto una denuncia.