Considerando la differenza di prezzo relativamente contenuta tra LG G7 ThinQ e V30, c’è una sola ragione per scegliere il secondo rispetto al primo: la tacca, o notch, palesemente ispirata all’iPhone X di Apple.

Nel caso tu stia sperando che LG V40 ThinQ mantenga il linguaggio progettuale del suo predecessore, le innumerevoli (e recenti) fughe di notizie indicano esattamente il contrario; in apertura articolo, infatti, vi proponiamo un nuovo render dell’imminente top gamma del produttore coreano, e sì: c’è il notch.

 

LG V40 ThinQ: eccolo in un nuovo render, con annesso notch

Questo render proviene dalla stessa pubblicazione che ci ha mostrato in anteprima i primi scatti di LG V40 ThinQ. Molto similmente alla variante “ultra-premium” del Samsung Galaxy S10, la cui presentazione è prevista per l’inizio del 2019, LG V40 ThinQ dovrebbe essere dotato di ben cinque telecamere, due delle quali saranno ospitate nella tacca.

Leggi anche:  Backup LG: come salvare contatti, video, messaggi e documenti

Nonostante questo ovvio upgrade, il notch appare piuttosto simile a quello ospitato nel pannello di LG G7 ThinQ. Cosa significa? Beh, viste le dimensioni e il numero esiguo di sensori, V40 non implementerà alcun sistema di riconoscimento facciale 3D; tutto sommato, il ”mento” in basso è piuttosto contenuto, e ciò conferisce allo smartphone maggior simmetria.

Tuttavia, la domanda rimane. A chi è destinato questo telefono? Esteticamente è simile – per non dire identico – a G7, dal quale si dovrebbe differenziale per la presenza della tripla fotocamera posteriore; il resto delle specifiche tecniche vedrebbe la presenza di un display POLED da 6,4″, processore Qualcomm Snapdragon 845, 6GB di memoria RAM e 64GB / 128GB di memoria interna. Non ci resta che attendere la sua presentazione, che dovrebbe avvenire il prossimo 3 ottobre.