samsung galaxy f/x

Quella per presentare il primo smartphone con display pieghevole al mondo, è una propria e vera gara. I partecipanti sono molti, ma come per ogni competizione, ci sono un paio di favoriti, di gran lunga oltretutto. Quest’ultimi sono Samsung e Huawei, due compagnie che sono al lavoro su tale progetto da molto tempo e i loro scopo, oltre che a presentare tale dispositivo, è battere la concorrente sul tempo.

Nell’ultimo periodo sembrava che il colosso cinese avesse messo il turbo proprio con l’intenzione di essere la prima. Dei recenti rapporti suggerirebbero che Huawei abbia incontrato un problema non da poco che la farà rallentare. Ci sono degli inconveniente sui pannelli OLED che, considerato la tipologia di smartphone, è il punto centrale di tutto. La compagnia si è affidata alla connazionale BOE che però non sembra essere all’altezza della sfida.

 

Tante parti in campo

La qualità dei pannelli ha un rendimento del 70%, troppo basso per degli standard accettabili; è anche la ragione che ha spinto Apple nelle mani di LG per i pannelli dei nuovi iPhone, anche se quest’ultima ha problemi di quantità più che di qualità. Per tale ragione BOE ha dovuto ritardare la produzione dello stabilimento dedicato ai pannelli OLED per investire e migliorare il prodotto finale e il tutto si può tradurre con un ritardo per Huawei.

Leggi anche:  Huawei è sicura che il suo Kirin 980 è migliore del processore A12 Bionic di Apple

Samsung non ha di questi problemi visto che si produce da sé gli schermi e considerando che è il primo produttore anche per display, l’esperienza e il tutto il resto non gli manca di sicuro. In ogni caso, per questo motivo la sudcoreana sembrerebbe essere tornata la favorita numero uno.