tentativi di frodeI tentativi di frode online rivolti ai clienti di Poste Italiane, segnalati dalla Polizia Postale non sono pochi. Il phishing è sempre più frequente e si rivolge soprattutto ai titolari di carte PostePay Standard e PostePay Evolution con email ed SMS fittizi.

Polizia Postale: ecco alcuni tentativi di frode rivolti ai titolari delle carte recentemente segnalati!

Ecco alcuni tentativi di frode online segnalati dalla Polizia Postale proprio negli ultimi giorni sulla sua pagina “Commissariato di PS Online – Italia”. Le email o gli SMS in questione sono rivolti ai clienti di Poste Italiane, titolari di carte PostePay e sono utilizzati da hacker che tentano di derubare gli utenti. La truffa in questione è definita phishing e può essere bloccata senza alcun problema. Il consiglio più importante, infatti, è di ignorare ed eliminare messaggi di questo tipo.

Il tentativo di frode più recente arriva tramite SMS e informa l’utente di aver ricevuto un blocco improvviso della carta poiché richiesto dalla Polizia Postale. Una comunicazione  falsa che cita la Polizia Postale al fine di conferire ufficialità al messaggio ma, ovviamente, l’ente non ha nulla a che vedere con la truffa.

Leggi anche:  MediaWorld: nuova truffa su Tim, Vodafone, Wind e Tre tramite SMS regala un Galaxy S9

Un altro SMS phishing richiede ai clienti titolari di PostePay il rinnovo dei suoi dati poiché la carta è stata “LIMITATA”, tra errori ortografici e termini poco appropriati gli hacker inseriscono anche un link che gli consentirà di ottenere le vostre credenziali. Una procedura tipica del phishing che anche in un altro caso, riguardante il “blocco del conto Poste” è stata utilizzata.

E’ tipico del phishing inserire link fraudolenti e richiedere credenziali spacciandosi per aziende ed enti sicuri. Non dare ascolto a questo tipo di comunicazioni è quindi fondamentale. Qui abbiamo riportato soltanto alcune delle segnalazioni presenti sulla pagina ufficiale della Polizia Postale. Sarebbe utile tenersi sempre aggiornati visitandola così da riconoscere e sfuggire alle possibili frodi.