Netflix Disincanto

La piattaforma Netfllix offre tantissimi contenuti in streaming ad un prezzo davvero molto conveniente. Permette inoltre di condividere il proprio account con altri amici, in modo da dividere anche il costo mensile.

Dopo aver scoperto le novità del mese di settembre e i contenuti che invece verranno eliminati, vogliamo parlarvi di Disincanto. Si tratta della nuova serie creata da Matt Groening, il papà dei Simpson.

 

Netflix: scopriamo qualche dettaglio in più su Disincanto e le prime impressioni

Quasi tutti gli abbonati alla piattaforma hanno guardato almeno un episodio di Disincanto, in quanto serie creata dal papà dei Simpson, cartone che ha accompagnato varie generazioni. Subito infatti si nota la somiglianza fisiognomica di alcuni personaggi. Partiamo dal principio, la serie parla della Principessa Bean, ancora adolescente che rincorre i propri desideri di realizzazione come essere umano. Oltre a rifiutare il matrimonio combinato che il Re, suo padre, ha ordinato. Assieme al suo compagno Elfo e il suo “demone personale” (Luci) vivono in un regno immaginario a stampo medievale.

Leggi anche:  Il nuovo servizio streaming di Disney lancia una nuova serie su Falcon e Winter Soldier

Tra matrimoni mancati, inseguimenti, scontri tra generazioni, alleanze e scontri, ha reso il pubblico un po’ scettico, che non smette di compararlo con altre serie di Groening. Ovviamente Simpson e Futurama hanno incollato alla televisione intere generazioni e, probabilmente, il pubblico è ancora un po’ scettico di fronte alle novità.

Dall’altro lato possiamo dirvi che la storia della Principessa Bean è interessante fin dalla prima puntata, soprattutto grazie al tipo di personaggio, molto diverso da quelli visti fino ad ora. Le problematiche affrontate sono, a differenza delle serie sorelle, più vicine alla nostra realtà. La prima stagione è composta da 10 episodi. Se ancora non avete l’abbonamento alla piattaforma, potete richiedere un periodo di prova gratuito.