Nuove truffeNuove truffe per i clienti di Poste Italiane, vittime del phishing e delle frodi online. Questa volta gli inganni arrivano tramite email, WhatsApp e Facebook e riescono ad attaccare tantissimi utenti.

Poste Italiane cerca di tutelare i suoi clienti in ogni modo ma l’attenzione, al momento, è l’unica salvezza per i titolari di carte PostePay e PostePay Evolution.

I truffatori utilizzano email, WhatsApp e Facebook per svuotare PostePay!

Ogni giorno una nuova idea per derubare i titolari delle prepagate di Poste Italiane, i cyber-criminali non si fermano un attimo. Email e WhatsApp vengono utilizzati già da tempo dai questi truffatori per diffondere il phishing ma adesso anche Facebook si rivela pericoloso per gli utenti.

Dalle email false che minacciano e preoccupano l’utente, agli SMS su WhatsApp che li invitano a riscuotere premi adesso si passa a Facebook e la falsa assistenza. I cybercriminali si nascondo dietro falsi account sul noto Social e fingono di prestare assistenza agli utenti in difficoltà con la propria PostePay. Contattando la vittima direttamente in chat riescono ad ottenere i suoi dati personali, richiedendoli esplicitamente al fine di risolvere i disagi del cliente.

Leggi anche:  Poste Italiane: i cybercriminali continuano ad rubare i dati dei conti correnti

Purtroppo, però, riusciranno soltanto a creare ulteriori problemi a quegli utenti che, magari perché poco esperti, si faranno abbindolare da questi malfattori. Proprio per questo soltanto l’attenzione costituisce un elemento fondamentale al fine di evitare le truffe. 

L’impegno della Polizia Postale è evidente ma non si è ancora riusciti a trovare una soluzione in grado di contrastare definitivamente la diffusione delle truffe online.