VodafoneUna bella notizia, finalmente, attende tutti gli utenti dell’operatore in red con attiva una SIM ricaricabile (anche con una Passa a Vodafone). Dal mese di giugno l’hotspot è diventato gratis su ogni offerta, chi è stato costretto a pagare per accedere al servizio riceverà un rimborso accreditato direttamente sul credito residuo.

La vicenda relativa all’hotspot è stata molto discussa e criticata. Per anni, Vodafone è stata l’unica azienda di telefonia con un’opzione a pagamento dedicata alla condivisione della propria connessione dati. Le varie TIM, Wind e 3 Italia già ne permettevano l’accesso gratuito; era incomprensibile pensare di dover pagare una cifra aggiuntiva (pari a 6 euro al giorno), considerato che i prezzi sono i più alti fra tutti, per un servizio dovuto.

Fortunatamente è intervenuta l’Antitrust bloccando una pratica ritenuta deleteria per la community. Con la delibera 68/18/CONS, infatti, Vodafone è stata ufficialmente obbligata a rendere l’hotspot gratuito per ogni cliente a partire dal 25 marzo.

 

Leggi anche:  Passa a Vodafone straccia TIM e Iliad con la nuova Special Minuti 30 Giga

Passa a Vodafone: l’hotspot è finalmente gratuito, in arrivo rimborsi per tutti

Il problema è che l’azienda, fino al mese di giugno, non l’ha prontamente comunicato alla community, inducendo i vecchi clienti a non sfruttare il tethering, onde evitare addebiti improvvisi ed assolutamente dispendiosi.

Il 20 giugno è diventato finalmente ufficiale, l’hotspot è gratis per tutti (anche per le nuove Passa a Vodafone).

Nell’eventualità in cui, tra il 26 febbraio e il 20 giugno, il cliente abbia usufruito a pagamento della condivisione della connessione dati, ha diritto ad un rimborso. Per questo motivo l’azienda si impegna ad accreditare sul credito residuo (o in fattura se presente abbonamento) quanto pagato nel periodo indicato.

Non sono ancora state comunicate le tempestiche, ma finalmente una bella notizia dopo le nuove modifiche unilaterali del contratto.