unicredit sanpaoloI tentativi di truffa ai danni dei correntisti di molte banche famose sono purtroppo all’ordine del giorno, recentemente sono state bersaglio in particolare Unicredit e Intesa San Paolo. Leggete con attenzione perché se mai vi capitasse una cosa del genere, saprete facilmente sventare la truffa ai vostri danni e soprattutto dei vostri risparmi.

Il più delle volte riceverete nella vostra casella di posta, non necessariamente la principale se ne avete più di una, una mail APPARENTEMENTE della vostra banca e con oggetto volutamente allarmistico, ad esempio un blocco del conto corrente, un improvviso addebito a vostro carico, insomma vengono sfruttate tutte quelle situazioni che possono indurre l’utente a verificare immediatamente la situazione. Ma quale è la cosa più facile infatti per una rapida verifica? Accedere immediatamente al conto online, senza magari riflettere sull’impossibilità di farlo perché magari non avete nemmeno attivato il servizio di operatività online.

Unicredit preoccupata dagli hacker, i conti correnti a rischio

È proprio facendo leva su questa impulsività che il truffatore ottiene ciò che vuole, ovvero gli estremi del vostro conto corrente. Se voi infatti aprite la mail, vi sembrerà in tutto e per tutto una mail inviata dalla banca, ci saranno i loghi (ad esempio Unicredit), ci saranno in basso le scritte riguardanti la privacy, anche il tono del corpo della mail è verosimile, è formale, ma allarmistico appunto. Ma la cosa costante è la presenza in calce di un link sul quale siete invitati a cliccare per avere maggiori dettagli sulla questione, link che vi rimanda a sua volta ad una pagina anch’essa molto verosimile nella quale una maschera vi indicherà i dati da inserire.

Una volta inseriti, ma non fatelo, sappiate che vi comparirà un banner che vi inviterà a contattare direttamente lo sportello o un numero verde al quale non risponde nessuno, vi inviteranno a contattare questo servizio perché ovviamente è una pagina web che ha il solo scopo di inoltrare i dati che avete inserito ad un hacker magari distante migliaia di chilometri.

Nello sfortunato caso in cui abbiate abboccato alla truffa, sappiate che dovete immediatamente contattare la vostra banca e spiegare la questione, loro probabilmente bloccheranno il conto e impediranno in tal modo che i soldi presenti vengano ritirati o sfruttati per acquisti in giro per il mondo, o addirittura per richiedere l’emissione di una carta di credito a vostro nome utilizzata da ignoti.

Ricordatevi in ogni caso che la vostra banca per nessun motivo vi contatterà per e-mail, al più verrete contattati telefonicamente e invitati a recarvi allo sportello per risolvere la problematica.