PostePay e Unicredit“ATTENZIONE: CARTA BLOCCATA PER ACQUISTI E-COMMERCE” questo è l’oggetto dell’email phishing che va a colpire i titolari di carte di credito Unicredit. Un’altra comunicazione arriva, invece, ai titolari delle prepagate di Poste Italiane: “La normativa antiriciclaggio impone l’aggiornamento dei dati anagrafici dei Clienti”.

PostePay e Unicredit: i cyber-criminali inviano altre email phishing!

Le email phishing sono diventate sempre più frequenti. Nelle ultime ore gli utenti più colpiti sono possessori di carte Unicredit o PostePay. La truffa è stata ben servita tramite un’email intimidatoria che ha provocato la preoccupazione dei vari utenti.

Le ultime email hanno sfruttato le solite tecniche. I clienti di Poste Italiane venivano invitati ad aggiornare i loro dati anagrafici per evitare il blocco della carta. Come al solito l’email contiene un link che in questo caso viene consigliato per “Eseguire l’aggiornamento online”. Una trappola abbastanza efficace ma sicuramente meno allarmante rispetto a quella destinata ai clienti Unicredit.

Per questi ultimi l’avviso inviato dai truffatori riguardava una sospensione della carta già effettuata. Il blocco, secondo quanto espresso dall’email, non permetterebbe di effettuare acquisti online. Anche in questo caso l’invito è quello di utilizzare il link fornito. Questa volta però oltre all’aggiornamento dei dati i truffatori richiedono al cliente di impostare nuovamente la password.

Quest’ultima sembra essere ben architettata e più convincente ma come già detto è fondamentale diffidare dalle email contenenti link sospetti. Le email phishing sfruttano sempre lo stesso metodo e l’avviso inoltrato dai malfattori cercherà sempre di ingannarvi. Proprio per questo motivo è importante ignorare questi messaggi e denunciare immediatamente in caso di truffa avvenuta.