Huawei Mate 20
Huawei Mate 20 è la prossima punta di diamante del produttore cinese, un dispositivo che gli appassionati dovrebbero poter vedere da vicino a partire dal quarto trimestre di quest’anno. E nonostante il fatto che manca ancora qualche mese alla sua presentazione, il presunto Huawei Mate 20 è trapelato in un’immagine.

LEGGI ANCHE: Huawei P9 non riceverà l’aggiornamento ufficiale ad Android 8.0 Oreo

La foto, visibile in apertura, mostrerebbe lo smartphone nel primo scatto dal vivo ma vi diciamo subito che non si capisce molto. Anzi, la visione è molto confusa. In ogni caso, possiamo affermare che Huawei Mate 20 si presenta con uno schermo che porta al limite le cornici laterali.

Un pannello, almeno all’apparenza privo di notch e con il logo Huawei posizionato nella parte bassa. Alcuni potrebbero pensare che questo è un display curvo ma non è così perché ad essere leggermente curvo è il vetro di protezione. La scocca e lo stesso display hanno di angoli arrotondati.

Parlando di caratteristiche, lo schermo dovrebbe superare i 6.0 pollici di diagonale mentre non ci sarebbero dubbi sul SoC. Huawei Mate 20 potrà contare sul prossimo chip di fascia alta firmato Kirin. Un System On Chip non ancora annunciato ma ce secondo i soliti ben informati si chiamerà Kirin 980 e sarà potentissimo.

A supporto ci sarebbero 6 GB di RAM e almeno 128 GB di memoria interna, forse anche 256 GB o addirittura 512 GB. Il comparto multimediale sarà uno dei più interessanti perché Huawei Mate 20 dovrebbe avere una tripla fotocamera posteriore in stile Huawei P20 Pro. Un mix, forse, ancora più evoluto di quello già eccezionale di P20 Pro.

Huawei Mate 20

Huawei Mate 20, la presentazione dopo l’estate

Il produttore ha annunciato che presenterà Huawei Mate 20 nel mese di ottobre, subito dopo l’estate e subito dopo la presentazione dei nuovi iPhone che come sempre verranno svelati a settembre. Sconosciuto il possibile prezzo di vendita dello smartphone che in Italia difficilmente sarà inferiore a 849 euro.

In realtà tutto dipenderà dalle versioni presentate e dalla possibile presenza di special edition realizzate ad esempio in collaborazione con Porsche come è solita fare Huawei.