Spotify elimina tutte le canzoni di un rapper a causa della sua condotta

Spotify è la piattaforma di musica in streaming più utilizzata al mondo e recentemente ha introdotto molte novità, soprattutto per tutti gli account free.

Oggi però abbiamo scoperto che la piattaforma ha eliminato le canzoni di un grande artista dalle sue playlist per una condotta non idonea. Infatti negli ultimi tempi l’azienda ha elaborato un nuovo codice di condotta che sono in contrasto con il comportamento dell’artista.

 

Spotify elimina dalle sue playlist tutte le canzoni di un grande rapper

Il rapper in questione è R Kelly, la sua musica rimarrà sulla piattaforma, ma non sarà più attivamente promossa dalla piattaforma, quindi non sarà più all’interno di nessuna playlist. Questo, in conformità alla policy riguardante l‘Hate Content and Hate Conduct della società. Sul sito ufficiale l’applicazione viene descritta come una “piattaforma di espressione, esplorazione e ispirazione artistica che crede dell’apertura, nella diversità, nella tolleranza e nel rispetto“.

Leggi anche:  La musica sta per cambiare: dal 2019 arrivano i Vinili HD

D’ora in poi si impegnerà a penalizzare tutti i contenuti che discriminano o incitano all’odio. Non solo i contenuti di odio non verranno più promossi, ma anche quelli particolarmente offensivi o denigratori. Al momento R Kelly è il primo artista coinvolto nella nuova politica e, come ricorda il Time, il rapper è stato anche assolto nel 2008 da un’accusa di possesso di pornografia minorile. Nonostante l’assoluzione, a suo carico ci sono anche diverse accuse di abusi sessuali.

Quasi sicuramente il rapper in questione non sarà l’unico a non vedere più promossi i suoi brani sulla nota piattaforma di musica in streaming. Non ci resta che attendere per vedere come si sviluppa la questione. Noi ti TecnoAndroid vi terremo, come sempre, informati su tutte le novità.