Porsche Design, come sappiamo, ha strinto una partnership con Huawei per la realizzazione di device di fascia altissima. L’ultimo capolavoro è Huawei Mate RS, lanciato ad un prezzo irreale: 1,880 dollari.

Come suggerito dal nome, parliamo di uno smartphone di lusso che, ricordiamo, è stato svelato assieme alla serie Huawei P20. Come Huawei Mate 10 Pro e P20 Pro, Mate RS adotta un processore HiSilicon Kirin 970 e 6GB di RAM. Il prezzo elevato deriva dal fatto che è stato progettato in collaborazione con Porsche Design, ha uno scanner di impronte digitali in-display e “raffreddamento aerospaziale”. E il notch, presente sulla serie P20? Beh, non è stato voluto da PD.

 

Huawei Mate RS: Porsche Design ha imposto l’assenza del ”Notch’

Secondo DigitalTrends, il Notch non fu voluto da Porsche Design. Il direttore della compagnia, Christian Schwamkrug, lo trovava infatti “inquietante, antiestetico irrispettoso della bellezza“.

Leggi anche:  Kirin 710: annunciato ufficialmente il nuovo processore Octa-core a 12 nanometri

Così, Huawei ha optato per uno schermo simile al P20 – un OLED prodotto da LG – con bordi curvi, ma appunto senza notch. Rispetto al P20 è stata anche modificata la fotocamera, ora al centro per una maggiore simmetria, ed altri particolari estetici. Altre caratteristiche hardware includono 256 GB di memoria interna e, come detto in precedenza, una fotocamera con sensore RGB da 40 MegaPixel, sensore monocromatico da 20 MegaPixel ed un sensore per lo zoom ibrido 5X da 8 MegaPixel.

In sostanza, Huawei Mate RS è una versione più costosa di Huawei P20 Pro, con alcune migliorie dal punto di vista estetico. È costoso, ma ha un aspetto molto più ricercato: non è uno smartphone per tutti, vedi il suo prezzo elevatissimo.