tim offerte
TIM

Con l’arrivo del 2018 giungono discrete notizie per tutti coloro (quasi tutti noi) che utilizzano uno smartphone ed una relativa SIM Card. Dopo una querelle durata mesi – quasi un anno – le compagnie telefoniche saranno costrette a ritornare sui loro passi e dovranno per forza di cose ritornare alla vecchia politica della fatturazione mensile.

TIM, da Aprile in arrivo risparmi per gli utenti

Tra queste compagnie ci sarà ovviamente anche TIM. Anche se il brand italiano è quello più restio alla cancellazione dei pagamenti settimanali, dal prossimo 4 Aprile dovrà adeguarsi alla norma voluta da Governo e Parlamento. L’AGCOM, infatti, ha stabilito per l’inizio della primavera il termine ultimo di adeguamento. I providers che sforeranno andranno incontro a pesanti multe pecuniarie.

Leggi anche:  TIM non perdona Vodafone e Wind con l'offerta da 4,99 euro al mese

Cosa cambia per i clienti

Per i clienti c’è quindi da esultare. Il ritorno alla fatturazione mensile porterà in dote un risparmio medio annuo stimato vicino all’8%. In più, già a partire dalle prossime settimane, TIM e gli altri gestori saranno costretti a pubblicizzare iniziative con il vecchio (nuovo) sistema di pagamento, il che porterà ad ulteriori risparmi in caso di portabilità.

Ma non è tutto rose e fiori. Le compagnie telefoniche (tra cui ovviamente anche TIM) potranno decidere a loro volta di rimodulare le proprie offerte, puntando su un aumento di prezzo al fine di riparare il mancato gettito economico dei pagamenti ogni 28 giorni.