spiare whatsapp

Chiunque ormai ne è in possesso. Tutti si fanno prendere dall’ansia nel momento in cui non la controllano per più di 20 minuti. Ha stracciato ogni record di download e nelle classifiche di gradimento. Avete proprio capito bene: si tratta di WhatsApp, l’app di messaggistica istantanea più famosa in assoluto.

Ultimamente molte sono le novità che stanno venendo a galla rispetto all’app più amata ed utilizzata al mondo, così come molte sono le cose maligne che si possono fare utilizzandola. Oltre a mettere nei guai un amico con un semplice messaggio, qualcuno potrebbe anche decidere di spiarlo. In che modo? Ve lo spieghiamo subito, ma attenzione: solo ed esclusivamente per mettervi in guardia.

Utilizzando WhatsApp Web

La famosissima versione desktop online dell’app, permette di utilizzare proprio WhatsApp sul proprio PC semplicemente scannerizzando un QR Code con il proprio smartphone direttamente dall’app. Molto comodo e soprattutto innovativo, se non fosse che è proprio questa la prima fonte per riuscire a spiare i messaggi di un profilo.

Infatti, al malintenzionato basterà semplicemente aprire il sito di web.whatsapp,com e scansionare il QR Code che apparirà sul PC utilizzando lo smartphone della vittima.

WhatsApp

Una volta fatta quest’operazione, basterà cliccare sull’opzione “Resta connesso“, in modo da restare connessi al PC. Per completare lo spionaggio in modo ancora più insospettabile, lo spione aprirà sul proprio smartphone il sito in modalità desktop, in modo tale che appaia anche lì il QR Code sopra citato che scansionerà anche in questo caso con lo smartphone del malcapitato.

Applicazione Spyrix

L’app in questione è molto più elaborata e soprattutto mirata visto che ad utilizzarla sono spesso veri e propri hacker. Spyrix infatti permette di tracciare tutti i movimenti che la persona spiata compirà sulla propria tastiera. Inoltre tiene traccia anche di app come Facebook ed ovviamente WhatsApp, registrando tutte le parole digitate e intercettando tutte le conversazioni.

Ovviamente quest’app è utilizzata, come detto poco fa, da un pubblico molto ma molto esperto, per cui sono davvero minimi i casi in cui potreste trovarvi di fronte ad una situazione del genere.

Applicazione iKeyMonitor

Quest’app incarna uno dei metodi più utilizzati per non farsi gli affari propri. Con questa è possibile monitorare stabilmente tutte le app che consentono lo scambio di messaggi tra gli utenti. Va un po’ sulla falsa riga di Spyrix ma in questo caso riuscirà addirittura a registrare le note vocali.

WhatsApp

Ecco come agirà la spia: installerà prima di tutto l’app iKeyMonitor mediante l’apk su Android o mediante Cydia su iPhone con Jailbreak. Ovviamente il tutto verrò installato sullo smartphone da spiare, e non su quello che servirà da spia. Fatto questo, si avrà libero accesso al dashboard principale utilizzando l’indirizzo localhost:8888. Potrete così settare una password che blocca l’accesso all’app. Finiti tali passaggi, ecco cosa potrà fare la spia:

  • Chats: spiare i messaggi dei social e messaggistica istantanea;
  • App Block: bloccare l’accesso alle app a scelta impostate;
  • Call History: spiare le chiamate, sia quelle effettuate che quelle ricevute;
  • Keystrokes: per venire a conoscenza di tutte le parole digitate mediante la tastiera dello smartphone.

Speriamo di esservi stati d’aiuto per difendervi da tali situazioni, così come speriamo di non avervi istruito a tal punto da spiare persone senza alcuna difficoltà.