samsung galaxy s8 plus recensione
Samsung Galaxy S8+

Gli utenti di Samsung Galaxy S8 e Galaxy S8+ lo stanno già aspettando anche se non è ancora arrivato ufficialmente nemmeno sui primi dispositivi compatibili. Stiamo parlando di Android 8.0 Oreo, l’importante aggiornamento software sviluppato da Google che aggiunge diverse funzionalità al sistema operativo Android. Samsung non ha ancora rivelato la sua posizione in merito al rilascio dell’aggiornamento che in ogni caso ci sarà visto che entrambi i dispositivi sono i più recenti top di gamma del produttore coreano.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S8 e Galaxy S8+, 15 trucchi per allungare l’autonomia della batteria

Tuttavia, fornire delle tempistiche è particolarmente difficile se si considera che Samsung deve prima ricevere il pacchetto software con le novità di Android 8.0 Oreo e adattarle a Galaxy S8 e Galaxy S8+ tenendo conto della propria interfaccia personalizzata. Un procedura che può durare fino a diversi mesi considerato che spesso si riscontrano anomalie e bug tali da minare l’esperienza di utilizzo. E sempre in questo lasso di tempo Samsung potrebbe approfittarne per rilasciare novità o correzioni già in sviluppo.

Ipotizzando un rilascio di Android 8.0 Oreo per il mese di ottobre sui Google Phone, e l’invio dei pacchetti ai produttori di smartphone entro la fine dell’anno, l’aggiornamento ufficiale su Galaxy S8 e Galaxy S8+ potrebbe arrivare a febbraio. Un’ipotesi ottimista che deve fare i conti con i tempi di rilascio delle distribuzioni in tutto il mondo (noi italiani siamo sempre gli ultimi), le versioni brandizzate degli operatori telefonici e possibili stop per malfunzionamenti dell’ultimo minuto.

ANDROID OREO, LE NOVITÀ PIÙ IMPORTANTI

Le novità che saranno introdotte con Android 8.0 Oreo sono diverse e tra queste ci sono performance migliori soprattutto in fase di accensione grazie a regole più severe in background, la suddivisione delle notifiche in canali, l’anteprima delle notifiche con un tocco prolungato sulle applicazioni, l’esordio delle icone adattive e la presenza della modalità Picture-in-Picture che permette di utilizzare due applicazioni contemporaneamente.

O ancora, la selezione intelligente del testo che riconosce cosa si sta selezionando per offrire opzioni dedicate, l’auto-compilazione automatica in-app dei campi dedicati alle info dell’utente, nuove emoji, un leggero restyling dell’interfaccia ed un’autonomia della batteria migliorata.