il-numero-di-stelle-visibili-nel-cielo-notturno-sta-diminuendo

Il cielo notturno non è mai stato così illuminato come in questo momento. L’astronomo Kurt Riegel ha lanciato questi avvertimenti nel 1973 e sono più attuali di quanto non lo siano mai stati prima, dato che la luminosità del cielo è cresciuta di due volte negli ultimi otto anni.

Le stelle più deboli stanno rapidamente perdendo la loro capacità di essere viste. Un fisico del Centro di ricerca tedesco per le geoscienze, Christopher Kyba, e i suoi colleghi sono giunti alla conclusione che la luminosità del cielo notturno è cresciuta di circa il 7-10% all’anno tra il 2011 e il 2022. Un esperto stima che un bambino contemporaneo, che nasce con il potenziale di vedere una media di 250 stelle, ne avrà viste meno di 100 al momento del diploma. Questo nonostante il fatto che i bambini nascano con la capacità di vedere più stelle che mai.

Stelle visibili, la colpa è dell’attività umana

Se le tendenze osservate finora continueranno, la luminosità del cielo raddoppierà in soli 18 anni. Secondo la ricerca degli autori, l’adozione dei LED nell’illuminazione esterna non ha impedito un “sostanziale degrado” della visibilità delle stelle. “Gli standard di illuminazione esistenti non stanno limitando l’aumento del bagliore del cielo”, sia su scala continentale che globale.

Gli Stati Uniti hanno avuto la tendenza peggiore, con un aumento annuale del 10,4%, mentre i cieli sopra l’Europa sono migliorati di circa il 6,5% ogni anno. Inoltre, le centinaia di satelliti lanciati nell’orbita terrestre bassa stanno rendendo sempre più difficile per gli astronomi l’osservazione del cosmo. Nonostante gli autori riconoscano quanto sarebbe difficile attuare le loro raccomandazioni, la ricerca pubblicata su Science consiglia regole per ridurre questo tipo di inquinamento luminoso.

Articolo precedenteGTA Online, Rockstar Games celebra il Capodanno Cinese con tanti contenuti gratuiti
Articolo successivoSamsung, nuovo prototipo di smartphone che ruota a 360 gradi
Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.