prodotti-ritirati-mercato-ministero-salute-produttoriLa salmonella torna ad essere presente in alcuni alimenti venduti al supermercato, parliamo di un lotto di salame nostrano, per questo motivo il Ministero della Salute ha giustamente optato per il ritiro del prodotto, in via precauzionale.

Nel caso in cui siate in possesso di un’unità di un lotto ritiratonon dovete assolutamente consumarlo, ma semplicemente recarvi presso il punto vendita in cui avete completato l’acquisto, per riconsegnarlo. In cambio gli addetti forniranno un buono sconto da utilizzare per una spesa successiva, oppure potrebbero decidere di optare per il rimborso definitivo della somma pagata.

Offerte Amazon davvero assurde sono disponibili in esclusiva sul canale Telegram di TecnoAndroid, scopritele subito premendo qui.

 

Prodotti ritirati, attenzione a questo salame

La confezione da evitare è di Salame di Milano, prodotto da La Bottega del Gusto, e commercializzata nei punti vendita Eurospin. Il lotto ritirato è il numero L22D259, più precisamente è prodotto nello stabilimento di Via Togliatti 8 Melzo (MI), dall’azienda E. Ga. S.r.l. L’unità presenta un peso di 350 grammi con scadenza fissata il 17/1/2023. Il motivo del ritiro del prodotto è legato alla possibile presenza del batterio di salmonella al suo interno, che potrebbe causare nell’uomo gravi danni, tra cui vomito, diarrea, febbre o crampi.

Un altro prodotto recentemente ritirato è sempre il salame di Milano di Il Tagliere del Re, distribuito nei punti vendita Aldi, nella confezione da 350 grammi. La motivazione è sempre la stessa, potrebbero essere presenti al suo interno tracce del batterio Salmonella.

Come anticipato, consigliamo caldamente di non consumare le confezioni incriminate, e di riportarle quanto prima al punto vendita di acquisto.

Articolo precedenteAndroid, le app a pagamento diventano gratis a gennaio sul Play Store con 10 titoli
Articolo successivoiPhone, come sbloccarlo anche se non ricordi il codice
Denis Dosi
Laureato in ingegneria informatica nel lontano 2013, da sempre appassionato di scrittura e tecnologia sono riuscito a convogliare in un'unica professione le mie due più grandi passioni grazie a TecnoAndroid.