Ferrari, Purosangue, crossover, Flavio Manzoni, FUV

Il clamore generato dal lancio di Ferrari Purosangue difficilmente si esaurirà in tempi brevi. La prima vettura del Cavallino Rampante a ruote alte, quattro porte e quattro sedile rappresenta un evento storico per il brand di Maranello.

Ecco quindi che per capire meglio cosa significhi questa rivoluzione per l’azienda, vogliamo approfondire i segreti di Purosangue. Il crossover è speciale sotto tanti punti di vista e il più importante è certamente quello tecnico.

Della motorizzazione V12 da 725 cavalli abbiamo abbondantemente parlato in un precedente articolo, ma le innovazioni non sono solo sotto il cofano. L’intero telaio è stato progettato da zero per unire sportività e comodità. Le proporzioni sono inedite per il segmento crossover e sono uno dei segni distintivi di Purosangue in quanto permettono di ripartire ottimamente i pesi.

 

Ferrari Purosangue porta con se una grande rivoluzione per il Cavallino Rampante che passa anche da soluzioni tecniche inedite e sviluppate appositamente

Ferrari ha ottimizzato il tutto per raggiungere la ripartizione dei pesi di 49:51, valore che i tecnici di Maranello ritengono il migliore per le sportive a motore centrale-anteriore. Nonostante le dimensioni e la stazza, Purosangue si guida come tutte le altre supercar del Cavallino.

Questo risultato è possibile grazie al sistema di sospensioni attive che permettono di regolare i trasferimenti di carico che andrebbero a generare i fenomeni di beccheggio e rollio. Il sistema sospensivo True Active Spool Valve (TASV) è stato sviluppato appositamente da Multimatic per Purosangue e fa il proprio debutto mondiale con la vettura.

Grazie ai numerosi sensori presenti, è possibile elaborare le informazioni in tempo reale e controllare in modo attivo scocca e ruote. In questo modo, sarà possibile contare sempre sulla massima aderenza delle ruote su ogni tipo di fondo stradale.

La somma di tutti questi aspetti, rende Ferrari Purosangue una vettura accogliente ma al tempo stesso sportiva. I progettisti assicurano che alla guida, il crossover sarà in grado di trasmettere le stesse sensazioni di tutte le altre supercar di Maranello.

Alessio Amoruso
Economics & Marketing Student, Tech enthusiast, Star Wars Fan and Blogger