Viritech, Apricale, Pininfarina,

Il settore automotive si sta orientando alla realizzazione di vetture a zero emissioni. Tutti i brand contano in gamma modelli elettrici ma Viritech ha scelto una strada differente. Durante il Goodwood Festival of Speed ha fatto il proprio debutto la nuovissima Apricale.

Come confermato da Viritech, il powertrain sfrutta la tecnologia ad idrogeno per permettere alla Apricale di raggiungere le prestazioni di una supercar. Con un peso complessivo di 1.000 chilogrammi e una potenza di 1.000 cavalli, la vettura è la prima al mondo a pareggiare il rapporto peso/potenza ma a zero emissioni.

Gli ingegneri di Viritech hanno studiato tutto nei minimi particolari per raggiungere le massime performance. La vettura combina l’agilità delle supercar tradizionali con la risposta istantanea offerta dei motori elettrici.

 

Durante il Goodwood Festival of Speed ha fatto il proprio debutto Apricale, una supercar ad idrogeno realizzata da Pininfarina e Viritech 

Proprio il powertrain è uno dei gioielli tecnologici della Apricale. Infatti, è il primo motore al mondo ad offrire le stesse prestazioni di una power unit a combustione interna, con un peso ed una autonomia simile.

Le celle di combustibile possono vantare centinaia di kW in abbinamento a celle agli ioni di litio ad alta potenza. Questa combinazione permette alla Apricale di avere tutta la potenza necessaria per la normale marcia ma anche per poter spingere senza preoccuparsi dell’autonomia

La vettura può viaggiare per 560km con una unica ricarica. Ad agevolare l’autonomia è certamente il peso ridotto e l’aerodinamica curata da Pininfarina. La vettura infatti è pensata per essere tecnologica, sostenibile, bella e soprattutto performante. La produzione sarà limitata a 25 esemplari e le prime consegne sono attese per il 2024.

Alessio Amoruso
Economics & Marketing Student, Tech enthusiast, Star Wars Fan and Blogger