telepass next

Un unico dispositivo connesso che dà accesso agli oltre 30 servizi offerti da General e Telepass. Next, questo il nome scelto che darà frutto della consolidata partnership con l’azienda specializzata nei servizi legati alla mobilità.

La presentazione ufficiale è avvenuta 4 giorni fa, nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso il grattacielo Generali di Milano, alla quale hanno partecipato Massimo Monacellichief p&c officer di Generali Italy, Francesco Bardelliceo dei Generali Jeniot e Gabriele Benedetto, CEO del gruppo Telepass.

I servizi offerti da questo dispositivo spaziano dal pedaggio elettronico al pagamento del carburante e altri servizi: assistenza automatica in caso di emergenza attraverso IoT, big data, intelligenza artificiale e tecnologie robotiche.

In cinque anni, ha esordito Massimo Monacelli durante la presentazione, in Generali abbiamo innovato l’assicurazione sulla mobilità, garantendo per la prima volta lo sviluppo della persona, non solo dell’auto. Grazie alla telematica oggi possiamo garantire proattivamente un’esperienza di mobilità dal grande valore aggiunto: dalla prevenzione, all’assistenza in pochi minuti. Attraverso questa partnership con Telepass rafforziamo il nostro impegno nella costruzione di un ecosistema di mobilità con servizi innovativi, tecnologici, data-driven e personalizzabili.”

Non solo un telepass, ma uno strumento di monitoraggio molto potente

Infatti, con Next nasce il primo dispositivo che unisce assicurazioni, telematica ed riscossione elettronica del pedaggio. Per Monacelli si tratta di “una soluzione unica a livello internazionale” che punta a raggiungere un milione di clienti Telepass entro il 2022. Il dispositivo e i relativi servizi saranno venduti esclusivamente tramite le agenzie di Generali Italia con un canone mensile di 7 euro.

Il dispositivo, quindi, offre il coaching in tempo reale per monitorare il proprio stile di guida, oltre ad avere un pulsante di emergenza per contattare un operatore in caso di incidente, ma consente anche di ottenere la certificazione dello stato di utilizzo e delle distanze della propria auto, anche come supporto in caso di sanzioni o contenziosi attivare il servizio trova veicolo o attivare una geo-fence, un perimetro virtuale per impostare allarmi di ingresso o uscita su un’area definita.

Questo grazie alle tecnologie sviluppate da Jeniot. Inoltre con Next sarà possibile pagare pedaggi autostradali e parcheggi, il bollo e attivare la notifica di nota, fare rifornimento, ricevere automaticamente il rimborso in caso di ritardo in autostrada causato da traffico intenso, ma anche ad esempio, aprire il cancello di casa, attivare i servizi legati allo skipass.

FONTEnews.italy-24.com
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it