GRAFENE

GAC, all’inizio di quest’anno, ha deciso di annunciare la sua nuova tecnologia delle batterie al grafene, le quali avranno una ricarica estremamente veloce. Verranno equipaggiate sul nuovo SUV elettrico AION V, presentato il 27 luglio scorso.

Il tempo di ricarica attuale è decisamente più lungo rispetto a quello che sarà con la batterie al grafene. Infatti, quest’ultima è capace di riportare in 30 minuti l’auto da 0 all’80% di ricarica. Nella versione 6C ad alta potenza, invece, in soli 8 minuti.

La batteria al grafene, inoltre, sarà capace di garantire una vita utile fino a 1 milione di chilometri e saranno capaci di risolvere praticamente ogni problematica legata alle auto elettriche.

Batterie al grafene: auto elettriche pronte in 8 minuti

Nella versione 3C, AION V utilizza un anodo di silicio; nella versione 6C, invece, l’anodo di grafene. È proprio quest’ultima che riuscirà a supportare un numero di cicli di ricarica che ammontano a 1 milione di chilometri.

Per riuscire ad ottenere dei tempi di ricarica così veloci, le nuove batterie saranno capaci di assorbire una potenza di 481 kW con uno stato di ricarica (SoC) dell’80%. La potenza media di carica è di 526,5 kW e ciò significa che potrà incamerare 100 km di autonomia ogni due minuti.

Grafene, quanto costa?

Molti hanno spesso parlato dei costi del grafene, ponendolo come il problema principale di questa nuova soluzione. L’azienda, però, ha detto di aver da poco perfezionato la tecnologia 3DG che riduce sensibilmente i costi.

Come detto anche in altri articoli, il passaggio alle batterie al grafene potrebbe essere un cambiamento epocale per il mondo della mobilità elettrica.

Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.