La Kia EV6 è stata premiata come migliore Auto dell’anno 2022 e io ho avuto il piacere di provarla nel suo allestimento AIR, quello di partenza.

Avrà soddisfatto le mie aspettative questo nuovo crossover della casa coreana?

Design e interni Kia EV6

Partiamo come sempre dal design e dalle sue dimensioni, questa Kia EV6 misura 4,86 metri per 1,89 metri di larghezza e 1,55 metri di altezza e un passo di 2,90 metri.

E’ un crossover non del tutto compatto ma comunque agile in città con delle linee pulite non e un design a mio modo di vedere non troppo spinto per essere una EV car.

Il gruppo ottico frontale è aggressivo con fari lungi e stretti che incattiviscono il muso, mentre il posteriore con queste luci led che corrono lungo tutto il bagagliaio ingrossano un pò troppo l’auto ma danno quel tocco particolare in più che certo non guasta.

Le fiancate sono pulite e le maniglie sono a scomparsa come sulla sorella Ioniq 5.

Prima di parlare degli interni ricordo che abbiamo provato l allestimento AIR di Kia EV6 che è al momento l’allestimento base di partenza per questa autovettura.

Lo spazio a bordo è buono soprattutto per i passeggeri dietro che possono viaggiare tranquillamente in 3 senza problemi per le gambe grazie come sempre alla mancanza della trasmissione che aumenta il comfort a bordo.

Il guidatore e il passeggiero anteriore invece hanno sempre un buono spazio ma risulta essere più avvolgente grazie all’importante console centrale tra i due sedili.

Su di essa troviamo il cambio e alcune funzioni come i pulsanti per i sedili e il volante riscaldati o la zona di ricarica wireless per il nostro smartphone oltre che il pozzetto dove stivare chiavi, portafogli o altri oggetti.

Frontalmente troviamo invece due imponenti monitor da 12 pollici circa , stesso stile della Ioniq 5 di Hyundai, da dove possiamo controllare le molteplici funzioni dell’auto e ovviamente collegare lo smartphone tramite Android Auto, purtroppo sempre con il filo, o Apple CarPlay.

Molto figo e innovativo è il mini display posto sotto i due monitor che viene utilizzato come pulsantiera per il clima o la multimedialità switchando facilmente con un solo click, vedere la video recensione per capirne il funzionamento.

Nella nostra versione i sedili sono in tessuto e solamente il guidatore gode dei sedili elettrici oltre che della comodissima funzionalità Relaxation che permette di reclinare completamente il sedile trasformandolo in un piccolo letto.

Concludiamo con l’ampio bagagliaio che ha una capacità che varia dai 490 fino ai 511 litri non male soprattutto per le famiglie e in vista di lunghi viaggi per stivare più borse possibili grazie anche al piano regolare che non presenta un gradino troppo evidenziato tra la soglia e il piano di carico.

Se non bastasse da sottolineare la presenza di un pozzetto sotto il cofano anteriore che permette di stoccare per esempio i cavi di ricarica per non togliere spazio proprio al bagagliaio.

Motore e prestazioni

Lato prestazioni la Kia EV6 è anch’essa basata sulla piattaforma E-GMP con architettura 800 Volt, ciò garantisce la possibilità di ricaricare super veloci in poco tempo.

E’ disponibile in due versioni, Dual Motor con due pacchi batteria da 77,4 kWh, 325 Cavalli di potenza, AWD e una coppia di 605 Nm oppure Singol Motor con un solo pacco batteria sempre da 77,4 kWh , 229 Cavalli di potenza, RWD e 350 Nm di coppia.

L’autonomia è sicuramente il suo punto di forza grazie alle ottime prestazioni del motore e ad una buona gestione della potenza con il 100% sono riuscito a percorrere circa 400-450 km che non è affatto male per questa tipologia di autovettura ovviamente senza mai spingere troppo sull’acceleratore.

I consumi quindi si aggirano attorno ai 19/20 kWh/100km di media tra utilizzo cittadino e extra-urbano.

Molto utile ed interessante la funzionalità chiamata “Tecnologia Vehicle-to-Load” che permette di ricaricare fino a 3,6 kW di potenza, grazie alla piattaforma E-GMP citata prima,  qualsiasi oggetto tecnologico come, computer, monopattini elettrici e addirittura altre auto elettriche tramite un adattatore che si inserisce direttamente nel ingresso di ricarica esterno.

Autonomia e ricarica Kia EV6

Grazie all’architettura da 800V si può caricare la Kia EV6 presso le colonnine di ricarica rapida come per esempio Ionity in soli 18 minuti passando quindi dal 10% all’80%.

Inoltre in soli 4,5 minuti sono riuscito a guadagnare circa 100Km di autonomia che permettono di raggiungere qualsiasi destinazione in caso di necessità!

Una sicurezza in più in un mondo di auto elettriche che purtroppo non è ancora ben sviluppato dal punto di vista delle infrastrutture.

Conclusioni e prezzo

Prima di dire cosa ne penso di questa Kia EV6 partiamo dal prezzo della nostra versione, che ricordo essere l’allestimento base AIR con Dual Motor che esce al pubblico con un prezzo di 53.450€ che a mio modo di vedere è un prezzo troppo alto per quello che offre la macchina cosi configurata.

Il mercato delle EV ormai è molto agguerrito e ogni minimo optional fa la differenza e per avere il prezzo che ha la Kia EV6 ha troppe mancanze per giustificarne il prezzo, come degli interni in pelle o eco pelle, mancano le luci ambient interne, l’head up display ( che per esempio era presente sulla Hyundai Kona…..) sedile elettrico anche per il passeggiero anteriore e cosi via.

Questi optional sono presenti ma sugli allestimenti superiori che ovviamente hanno prezzi ancora più elevati.
Bisogna quindi passare all’allestimento GT-Line che parte da 58.650€ per la versione Singol Motor.

Anche lato design questa EV car non mi ha emozionato Kia avrebbe dovuto osare un pò di più e quando sono entrato non ho percepito la qualità e soprattutto l’ampiezza degli spazio rispetto ad altre autovetture che ho provato.

A questi prezzi il mercato può offrire autovetture elettriche o ibride superiori.

L’aspettativa era alta ma purtroppo non è stata ricambiata, peccato.

Kia EV6

53.450€
7.2

Design e materiali

7.0/10

Autonomia

9.0/10

Prestazioni

7.0/10

Comfort

7.0/10

Prezzo

6.0/10

Pro

  • Consumi
  • Ricarica dispositivi esterni
  • Autonomia

Contro

  • Prezzo
  • Mancanza di alcuni optional
  • Prestazioni
Avatar
Ciao! mi chiamo Francesco Colonna e sono nato a Milano nel 1988 ( grande annata )! Il mio primo computer mi è stato regalato dai miei genitori durante un lontano Natale quando ero ancora molto piccolo e da lì tutta la mia vita è cambiata. Ho provato subito grande attrazione verso quella scatola rumorosa e molto lenta e da qui ho sempre dimostrato più interesse verso la tecnologia e insieme al mio inseparabile Nokia 6600 ho iniziato ad entrare nel fantastico mondo del modding! Oggi provo e raccontare a te che stai leggendo le mie impressioni su questa tecnologia che migliora e avanza ogni giorno!