netflix

Su Netflix siamo abituati a vedere serie TV di successo, ma non siamo ancora ben consapevoli del successo che stanno ottenendo gli anime. Infatti, sulla piattaforma stanno letteralmente spopolando gli anime giapponesi non solo in terra nipponica, ma anche nel resto del globo. Netflix ha quindi svelato ufficialmente le percentuali di visualizzazione dei prodotti di animazione nel 2021, indicato anche quanti anime arriveranno nel corso del 2022.

 

Netflix e gli anime, un successo che non tutti si aspettavano

Durante l’AnimeJapan 2022, la più grande convention di anime in Giappone, sono state condivise le informazioni di cui parleremo in questo articolo. Kohei Obara, anime creative director che lavora per Netflix, ha spiegato che: “Gli anime sono uno degli investimenti fondamentali in Giappone, e sono stati guardati da quasi il 90% dei nostri abbonati nel 2021. Al tempo stesso, l’interesse verso gli anime è cresciuto a livello mondiale e più di metà degli abbonati di tutto il mondo ha guardato un anime lo scorso anno. Sia tramite nuove proposte che tramite le serie preferite dai fan, vogliamo continuare a far crescere l’amore per gli anime dei nostri iscritti, sia in Giappone che nel resto del mondo”.

Durante il suddetto evento, Netflix ha anche indicato che sono in arrivo ben 40 anime, andando a contare anche quelli completamente nuovi, più ovviamente quelli di vecchia data riproposti ai clienti.

Netflix è solita ad indicare i conteggi delle visualizzazioni con la regola dei due minuti (se uno spettatore visiona un qualsiasi prodotto del catalogo per almeno 2 minuti consecutivi, viene segnata come una visualizzazione al pari di una visione completa. Dunque, stando ai fatti, è ormai chiaro che Netflix abbia una chiara intenzione di puntare sugli anime a livello mondiale. La serie che ha riscosso maggior successo negli ultimi tempi è Scott Pilgrim, vi consigliamo vivamente di darci un’occhiata.

Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.