spotify camp nou

Il Barcellona sta collaborando con Spotify e cambiando il nome dello stadio per alleviare alcune delle difficoltà finanziarie che hanno recentemente ostacolato il club spagnolo.

Lo stadio di Barcellona si chiamerà Spotify Camp Nou dopo che il club ha annunciato martedì una “partnership a lungo termine” con la società di streaming audio.

L’accordo prevede la sponsorizzazione della maglia principale e i diritti del titolo per lo stadio, che avrà per la prima volta un nome di uno sponsor legato a partire da luglio.

Il marchio Spotify apparirà sulla parte anteriore delle maglie delle squadre maschili e femminili per quattro stagioni a partire dal 2022-23. La società svedese sponsorizzerà anche le maglie da allenamento per tre stagioni. Il club non ha detto quando scadranno i diritti del titolo per lo stadio.

Spotify e l’FC Barcelona lavoreranno insieme per creare opportunità affinché l’iconica maglia diventi uno spazio in grado di celebrare artisti di tutto il mondo“, ha affermato il club. “La visione della partnership è quella di creare una nuova piattaforma per aiutare gli artisti a interagire con la comunità globale di tifosi dell’FC Barcelona”.

Il presidente del Barcellona, ​​Joan Laporta, ha affermato che la partnership aiuterà ad avvicinare il club ai suoi fan “attraverso esperienze uniche, combinando due attività come l’intrattenimento e il calcio, consentendoci di entrare in contatto con un nuovo pubblico in tutto il mondo”.

L’accordo che rende Spotify il partner principale del club è stato firmato dal consiglio di amministrazione ma è soggetto a ratifica da parte dei membri delegati ad aprile.

Ecco alcuni dati in merito all’accordo

I dettagli finanziari non sono stati divulgati dal club, ma i media spagnoli hanno affermato che l’accordo vale circa 60 milioni di euro (65 milioni di dollari) a 70 milioni di euro (76 milioni di dollari) a stagione.

Spotify sostituirà la società di vendita al dettaglio online giapponese Rakuten, che ha pagato 55 milioni di euro per le prime quattro stagioni con il club prima di estenderlo per un altro, per 30 milioni di euro. Il contratto Rakuten sarebbe scaduto alla fine di questa stagione.

L’annuncio di Spotify è arrivato il giorno dopo che il campionato spagnolo aveva dichiarato che il Barcellona sarebbe andato nella prossima finestra di trasferimento di oltre 144 milioni di euro (157 milioni di dollari) oltre il limite di spesa.

L’accordo con Spotify aiuterà il club a ridurre quel deficit e migliorare significativamente il suo potere di spesa poiché i massimali salariali della leg.

La trattativa con Spotify era in corso da tempo e Ferran Reverter si è dimesso da CEO del Barcellona il mese scorso per disaccordi all’interno del club sul nuovo accordo, anche se il club e Reverter hanno detto che se n’è andato “per motivi personali e familiari“.

s

Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it