google-continua-le-mosse-contro-la-russia-mirino-play-store-youtube

Gli utenti in Russia non potranno acquistare applicazioni e giochi, nonché pagare abbonamenti e acquisti in-app, per il momento. Google ha bloccato il sistema di fatturazione del Play Store a partire dal 10 marzo a causa di una “interruzione del sistema di pagamento”, che è molto probabilmente il risultato delle sanzioni imposte alle banche del paese. Il divieto è stato menzionato in una pagina di supporto, in cui è stato anche affermato che gli utenti russi possono ancora scaricare app e giochi gratuiti.

Gli abbonamenti in corso non verranno disdetti immediatamente, ma non potranno essere rinnovati una volta scaduti. Se gli sviluppatori in Russia desiderano continuare a rendere le loro app disponibili per il download, Google li ha esortati a renderle gratuite e a disattivare per il momento i servizi in abbonamento.

Google sospenderà tutti i servizi a pagamento

Reuters riferisce che YouTube sospenderà anche tutti i servizi a pagamento per gli spettatori russi, inclusi YouTube Premium, abbonamenti al canale, Superchat e vendita di articoli. I creator nel paese possono ancora guadagnare denaro dagli spettatori al di fuori del paese, che possono comunque inviare loro messaggi Superchat e acquistare il loro merchandising.

Inoltre, Google ha sospeso gli annunci per tutti gli inserzionisti russi in tutti i suoi domini nel mondo, aggiungendosi ai precedenti divieti relativi agli annunci imposti dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina. In precedenza, YouTube impediva a Russia Today (RT) e ad altri media statali di generare entrate. Ne ha inoltre limitato l’accesso in tutta Europa in risposta alla decisione dell’UE di vietarne la trasmissione. Google ha anche impedito ai media statali russi di monetizzare i propri contenuti attraverso i suoi prodotti e alla fine ha smesso di vendere annunci in Russia.

Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.