Postepay e BNL: la truffa con un messaggio, il 2022 svuota i conti degli italiani

Postepay avvisa ancora una volta gli utenti che è un tentativo di phishing sarebbe in corso. Si tratta di un messaggio che finge di avvisare tutti in merito ad un blocco, il quale in realtà non esiste. L’obiettivo è solo quello di ottenere le credenziali di accesso per svuotare i conti. 

 

Postepay nella morsa del phishing: ecco il nuovo tentativo di truffa che dilaga tra gli utenti con un messaggio

Il testo qui sotto è ciò che nessuno vorrebbe ritrovarsi nella casella e-mail o nella chat personale di WhatsApp. Postepay è anche in questo caso la carta più attaccata essendo la più diffusa sul territorio. Il messaggio di cui si parla non fa altro che incarnare pienamente gli ideali del phishing, ovvero di quella pratica che finge di avvisare i clienti di una banca in merito ad una problematica, tirando però solo acqua verso il proprio mulino. Nella fattispecie, il messaggio sottostante vuole raccogliere le credenziali di accesso degli utenti che saranno quindi derubati.

Gentile cliente (nome e cognome),

Ti comunichiamo che l’accesso e le funzioni del tuo conto Postepay Poste Italiane sono state temporaneamente disabilitate.

Questa misura è stata presa perchè hai ignorato la nostra precedente richiesta di effettuare la verifica obbligatoria del tuo profilo Online Banking.

Prima che riabilitiamo l’uso della tua carta abbiamo bisogno che ci confermi la tua identità compilando una serie di dati già inseriti sul nostro sito al momento della tua registrazione sul portale di Intesa.

Ti invitiamo a cliccare sul bottone seguente e seguire le indicazioni.

PROCEDI

Tieni presente che l’accesso ai servizi Intesa (tra quali, prelievi e pagamenti) e il loro utilizzo sono limitati finchè l’aggiornamento non viene effettuato correttamente.

Rimaniamo a tua disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento e informazione!