Postepay finisci ancora una volta agli onori della cronaca ma per un problema che sarebbe interessato gran parte dei suoi utenti. Da chiarire innanzitutto che la carta, così come il gruppo bancario, non c’entra nulla visto che è una truffa che utilizza il suo nome in maniera indebita.

Si tratta di un tentativo di phishing che vuole provare a rubare i soldi dei conti correnti dei poveri clienti.

 

Postepay: il classico tentativo di phishing mette a rischio le finanze dei poveri clienti del gruppo

Non si tratta di nulla di nuovo, ma solo della più celebre delle truffe phishing che vanno a colpire una delle carte più utilizzate in Italia. Postepay è infatti la prepagata a cui tutti si rifanno, la quale avrebbe subito questa truffa semplicemente vedendo il suo nome utilizzato all’interno di una e-mail che fingerebbe di essere una comunicazione ufficiale. 

Gentile cliente (nome e cognome),

Ti comunichiamo che l’accesso e le funzioni del tuo conto Postepay Poste Italiane sono state temporaneamente disabilitate.

Questa misura è stata presa perchè hai ignorato la nostra precedente richiesta di effettuare la verifica obbligatoria del tuo profilo Online Banking.

Prima che riabilitiamo l’uso della tua carta abbiamo bisogno che ci confermi la tua identità compilando una serie di dati già inseriti sul nostro sito al momento della tua registrazione sul portale di Intesa.

Ti invitiamo a cliccare sul bottone seguente e seguire le indicazioni.

PROCEDI

Tieni presente che l’accesso ai servizi Intesa (tra quali, prelievi e pagamenti) e il loro utilizzo sono limitati finchè l’aggiornamento non viene effettuato correttamente.

Rimaniamo a tua disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento e informazione!