blank

Per anni, Binance è rimasto uno dei principali exchange di criptovalute e ha utenti a livello globale. Tuttavia, recentemente ha dovuto affrontare problemi normativi ma è riuscito a trattenere un numero elevato di visitatori.

Secondo i dati acquisiti da Finbold, Binance ha registrato il più alto traffico web tra gli exchange di valute digitali nell’ottobre di quest’anno arrivando a 171 milioni. Il numero di visitatori è cresciuto del 12% rispetto al dato di settembre. Coinbase è emerso al secondo posto, aggiungendo il 31% in più di visitatori a ottobre a 91 milioni. PancakeSwap è al terzo posto con 25 milioni di utenti.

Tra i primi dieci scambi con visitatori elevati, solo ByBit ha registrato un calo dell’8% a 24 milioni ad ottobre. FTX è al quinto posto con 22 milioni di visitatori, una crescita del 10% da settembre.

Altrove, KuCoin si colloca al sesto posto con 20 milioni di visite, con una crescita del 38% rispetto alla cifra di settembre. Gate.io è cresciuto del 41% a 19 milioni, mentre Indodax è emerso ottavo con 17 milioni di visitatori. UPbit ha registrato 14 milioni di visitatori mentre Kraken è emerso con il decimo numero di visite più alte con 13 milioni.

Top 10 piattaforme

  • Binance
  • Coinbase
  • PancakeSwap
  • ByBit
  • FTX
  • KuCoin
  • Gate.io
  • Indodax
  • Upbit

L’aumento del valore delle criptovalute

Finbold ha affermato che vale la pena notare che la maggior parte degli scambi ha registrato un afflusso di visitatori tra settembre e ottobre. Durante questo periodo, il mercato delle criptovalute si stava riprendendo dopo il crollo arrivato a metà di quest’anno. Quando sono usciti i numeri, il Bitcoin si stava dirigendo verso un altro massimo storico.

Gli scambi di criptovaluta rimangono punti di accesso critici per gli investitori. Il settore sta diventando più competitivo e ci sono anche le questioni normative da tenere a mente. Binance ha incontrato difficoltà nel Regno Unito, ad esempio, quando la FCA ha stabilito che avrebbe dovuto essere regolamentato.

Binance è stata anche in grado di offrire il proprio token nativo, BNB, ed è uno dei pochi scambi a lanciare il proprio ICO.