pacco di pasta contaminato ritirato dai supermercati

Capita purtroppo che alcuni prodotti presenti nei vari supermercati vengano ritirati d’urgenza per la presenza di alcune sostanze che potrebbero nuocere gravemente alla nostra salute. Uno degli ultimi casi, in particolare, riguarda un pacco di pasta di penne rigate integrali bio.

 

 

È stato ritirato dai supermercati un pacco di pasta contaminato: ecco di che si tratta

Al giorno d’oggi chiunque possiede un pacco di pasta in casa, in quanto è uno degli alimenti che più consumiamo. Tuttavia, quando si va a fare la spesa, bisogna prestare la massima attenzione a ciò che compriamo, soprattutto se si soffre di intolleranze e allergie alimentari.

Come già accennato, infatti, in questi ultimi giorni è stato ritirato dai vari supermercati un pacco di pasta. Nello specifico, si tratta di un pacco di pasta di penne rigate integrali bio appartenenti al marchio Consilia, prodotto presso il Pastificio Garofalo S.P.A. Il lotto del pacco da 500 grammi di pasta ritirato è il numero 1198.

È stato infatti scoperto che il pacco di pasta in questione era “contaminato” dall’allergene della senape. Quest’ultima potrebbe infatti provocare delle gravi conseguenze se ingerita da persone che soffrono di allergie alimentari. Per questo motivo, quindi a scopo precauzionale, il Ministero della Salute ha ritirato dal mercato questo lotto di pasta.

Chiunque abbia acquistato il pacco di pasta di penne rigate integrali bio del marchio Consilia del lotto incriminato è quindi invitato a non consumare per nessun motivo il prodotto, anzi. Qualora qualcuno lo avesse acquistato, deve riportarle presso il negozio dove sarà possibile richiedere eventualmente il rimborso.